Home » Benessere » Psicologia: arriva la APP dei sogni

Psicologia: arriva la APP dei sogni

Il titolo non è poi tanto incoraggiante, dato che in inglese ha un doppio senso: DREAM ON infatti significa “continuare a sognare” ma anche “sògnatelo!”, come a dire non ci sperare mai. Ma dietro questo nome ambiguo c’è una realtà, una applicazione per cellulari (App) che a quanto pare ci garantirebbe notti serene senza nemmeno un incubo. Parola dei ricercatori della Università dell’Hertfordshire, in collaborazione con gli sviluppatori di App “Yuza”.

La ricerca condotta sui volontari (che non sapevano a cosa servisse DREAM ON) ha invitato le persone a scegliere un’accoppiata speciale, paesaggio rilassante più musica, tra una serie fornita dalla App in questione. Una volta scelta la scena e la melodia, i soggetti dovevano metterla in funzione prima di andare a dormire e lasciarla accesa tutta la notte. Il suono non è per nulla fastidioso e si percepisce appena, mentre la scena va guardata solo finché non ci si addormenta, senza alcun disturbo per il sonno. Alla fine, i soggetti dovevano annotare su un quaderno i sogni che avevano fatto.

Dopo un lungo periodo di prova e la ripetizione di diversi test, i risultati hanno decretato un successo per l’esperimento perchè sulle 500.000 richieste di download dell’applicazione più della metà rivelava un miglioramento del sonno, con sogni belli e rilassanti che regalavano notti lunghe e dormite prive di interruzioni di sorta. A funzionare meglio erano i paesaggi naturali associati a melodie delicate che ispiravano sogni ambientati nel verde o nelle spiagge, elementi principali del rilassamento per il cervello umano. L’unico problema potrebbe risiedere nel fatto che l’App funziona di notte e col telefono vicino al letto, cosa sempre sconsigliata per evitare effetti nocivi delle onde sul cervello. Come conciliare queste due cose? E’ il prossimo passo di questo interessante studio.

admin

x

Guarda anche

Ecco il cerotto “salvasesso”

Il sesso dopo gli “anta” … un problema, e non solo per lei, che andando ...

Condividi con un amico