Home » Benessere » Scoperta italiana trova la possibile causa della SLA

Scoperta italiana trova la possibile causa della SLA

La SLA (Sclerosi Laterale Amiotrofica), così come la sclerosi multipla, è una malattia tutt’oggi misteriosa. Colpisce in modo indistinto, per età, sesso e razza, e non se ne conosce la causa sebbene abbia una particolarità: la più alta incidenza in persone che hanno praticato sport a livello agonistico.

Oggi però si parla di una speranza in più, una speranza che arriva dall’Italia, da un team che unisce Roma (università Cattolica) e Torino (Molinette e università di Torino). Sono stati questi ricercatori, infatti, a scoprire che la causa della SLA potrebbe risiedere in un problema genetico. Per farlo si è messa a confronto la SLA con la cosiddetta sclerosi laterale sporadica che ha caratteristiche leggermente diverse e più legate all’ambiente. I due studi sono stati poi confrontati con un terzo, condotto su soggetti sani. Da questa ricerca si è arrivati al gene Martin3, una proteina che trasporta le informazioni genetiche dalla cellula alle “fabbriche di proteine” (i ribosomi).

Alcune mutazioni a carico di Martin3 sarebbero in grado di avviare la SLA da sole. Quando è difettoso, il trasporto verso i ribosomi si interrompe o non avviene affatto e di conseguenza si verifica un accumulo esagerato e non controllato di proteine in particolare nei neuroni motori, da cui la malattia. Scoperto ciò, non siamo comunque arrivati a una soluzione perchè bisogna ancora capire come questo avviene e soprattutto perchè in alcuni caratteri ereditari questa disfunzione esiste e in altri no. Lo studio italiano ha aperto una nuova frontiera, ma ora bisogna percorrerla fino in fondo per capire la genesi vera del problema e tentare una possibile cura.

admin

x

Guarda anche

Enzima per caso … però “mangia” la plastica

Questi scienziati che letteralmente “giocano” con la materia, manipolandola e trasformandola a loro piacimento, diciamo ...

Condividi con un amico