Home » Benessere » In America, la "canna" si prende al distributore

In America, la "canna" si prende al distributore

Mentre in Italia si discute ancora, tra tante polemiche, di medicinali a base di cannabinoidi e di terapie derivate dalla marijuana, altrove si pensa già a legalizzare questa droga e a renderla disponibile sul mercato … e non solo per motivi terapeutici. La Svizzera ha dimostrato che legalizzare certe sostanze ne permette un miglior controllo e soprattutto annienta il crimine legato al loro commercio.

Dalla terapia alla legalizzazione il passo è breve ma ancora tormentato, quindi figuratevi l’effetto bomba che ha avuto la notizia giunta dallo stato del Colorado (USA) dove -primi in assoluto- sono stati installati i distributori automatici di marijuana! Come quelli delle sigarette e dei preservativi, questi macchinari all’apparenza innocui doseranno la vendita di spinelli e derivati simili. In questo modo, spiegano gli ideatori, si mette fine al commercio illegale, al crimine e soprattutto alla diffusione presso i minorenni.

Le macchinette sono dotate di un sistema che rilascia la droga solo dopo aver visionato un documento che attesti la maggiore età. Un espediente purtroppo facilmente aggirabile, con documenti falsi a cui gli adolescenti americani sono già abituati quando vanno a comprare alcolici, ma di sicuro un ostacolo che farà riflettere bene prima di provarci. Ogni macchinetta infatti è comunque sotto il controllo dello Stato e le eventuali infrazioni verranno presto scoperte e punite. La decisione del Colorado pone anche un nuovo modo di vedere le cose, ovvero che il consumo di droga “leggera” non è dannoso per la salute … cosa discutibile perchè non sono pochi gli incidenti stradali causati da persone “appena fumate”!

admin

x

Guarda anche

Ecco il tumore cerebrale più grande del mondo

Portare dentro il cranio una massa anomala di oltre un chilo e non saperlo! I ...

Condividi con un amico