Home » Benessere » Omosessualità: i genitori gay si radunano a Firenze con i loro bambini

Omosessualità: i genitori gay si radunano a Firenze con i loro bambini

La chiesa cattolica li condanna, lo stato non li assiste, la società li discrimina. Gli omosessuali non potrebbero e non dovrebbero diventare genitori, secondo tutti. Eppure lo diventano. Di nascosto, in modo illecito -se volete- ma lo diventano perchè nessuna legge può controllare o fermare la natura. Gli omosessuali, nonostante i gusti sessuali diversi, sono persone con apparati riproduttivi funzionanti. Cosa vieta a due donne di farsi inseminare e di portare avanti una gravidanza? Cosa vieta a due uomini di pagare un’amica per portare in grembo il figlio di uno di loro?

In molti lo fanno, lo hanno già fatto. Magari andando a cercare altrove (Svizzera, Spagna, Olanda) quelle condizioni morali e scientifiche che permettessero loro di crearsi dei figli. Una volta tornati in Italia, poi, quei bambini vengono anche riconosciuti ma vengono riconosciuti come figli di un genitore solo … il compagno o la compagna non contano, non esistono agli occhi dello stato. Meno che mai a quelli delle istituzioni religiose. Genitori single senza essere single, ecco cosa sono oggi i gay che crescono un figlio e non ci stanno più.

Ecco perchè domenica 4 maggio si daranno appuntamento a Firenze e sfileranno tutti insieme, con i loro figli, per la sesta giornata delle FAMIGLIE ARCOBALENO come si autodefiniscono, anche grazie a un’associazione che lotta per i diritti loro e dei loro bambini. Saranno in strada, a dimostrare che si può fare famiglia anche quando la coppia non è tradizionale. Un tema scottante che fa certamente discutere e riflettere: i bambini cresciuti con due mamme o due papà che visione avranno del mondo, della coppia, della famiglia? Cresceranno gay anche loro? Potranno scegliere la propria sessualità o saranno influenzati? Per capire meglio questo universo basta trovarsi a Firenze, domenica 4 maggio, alle ore 10.30 per il raduno. Poi si ascolteranno le varie testimonianze, ci saranno giochi per i bambini e concerti. A mezzogiorno, il corteo di adulti e ragazzi si avvierà verso la Fondazione Kennedy e la Piazza delle Murate, attraversando una porzione del centro storico. Alle ore 13.00 è prevista una conferenza stampa.

admin

x

Guarda anche

Vaccini: sta per scadere la proroga

Il Ministero della Salute ha voluto chiudere tutti e due gli occhi, dopo il primo ...

Condividi con un amico