Home » Benessere » Proteggere i bambini dal sole di primavera

Proteggere i bambini dal sole di primavera

Se un tempo i bimbi dovevano stare attenti al lupo, oggi devono stare attenti al sole! Non in senso stretto, sia ben chiaro: il sole è comunque fonte di benessere e di salute, e giocare nel parco o nel cortile sotto i suoi raggi è sempre meglio che marcire in casa davanti alla Playstation. Ma attenzione alle trappole del sole di primavera.

L’allerta lo hanno lanciato i ricercatori americani alle mamme di tutto il mondo, perchè in questa stagione di passaggio il sole può giocare brutti scherzi. I raggi cominciano a colpire forte, ma noi non sempre percepiamo il caldo dato che le brezze primaverili lo stemperano e così lasciamo che i nostri bambini corrano felici senza protezione alcuna. Invece proprio adesso si deve cominciare a usare le protezioni solari.
Ricordiamo che i bambini hanno la pelle più sensibile e cominciano a sentire le reazioni ai raggi UV fin dalla primavera. Proteggere la pelle del bambino in questi mesi è importante e si fa facilmente: basta un berrettino, creme solari spalmate sul corpo, o soltanto invitarlo a uscire al tramonto, quando il sole è meno potente. L’allarme più serio è per i bambini di pelle bianca che vivono vicini all’equatore (Sud America) o in quelle zone vicine al cosiddetto “buco dell’Ozono” (Sud Africa, Australia, Argentina). Ma i consigli utili vanno bene anche per i bambini italiani e si spera che i genitori vogliano seguirli regolarmente.

admin

x

Guarda anche

Una fan contro Nadia Toffa: “Forse sul cancro hai esagerato”

Sul “caso” Nadia Toffa -la giornalista delle Iene ricoverata a dicembre per un “malore” e ...

Condividi con un amico