Home » Benessere » Spazzolino, istruzioni per l'uso (e per evitare milioni di batteri)

Spazzolino, istruzioni per l'uso (e per evitare milioni di batteri)

E’ il nostro alleato contro la placca, il tartaro, la carie e le infezioni. Il nostro spazzolino da denti, cosa ci può essere di meglio al mondo? Non ci entusiasmiamo troppo, avvertono dall’Inghilterra, perchè proprio dallo spazzolino riceviamo in bocca ogni giorno fino a 10 milioni di batteri diversi! Come è possibile? Tutto sta nell’uso che si fa di questo prezioso strumento.

Per prima cosa, lo spazzolino va sempre coperto col suo astuccio e solo con quello. Non cambiate copertura ogni tanto, mantenete sempre quella con cui lo avete comperato, la sua. Infatti, lo spazzolino, grazie alle sue setole non fa che raccogliere batteri dall’ambiente intorno: dal bordo del lavandino, dal bicchierino dove lo lasciamo la notte, dalle correnti d’aria. Perfino dal tubetto di dentifricio, se siamo soliti poggiarlo sulle setole. Se lasciate tutti gli spazzolini di famiglia nello stesso contenitore potreste scambiarvi le infezioni tra voi membri della stessa famiglia.

E allora, seguiamo poche regole base ma utilissime per preservare la nostra bocca da problemi gravi: usiamo lo spazzolino senza mai poggiarlo al tubetto; laviamolo bene dopo esserci strofinati i denti; chiudiamo sempre il cappuccetto o l’astuccio, soprattutto se lo lasciamo insieme ad altri spazzolini; cambiamolo ogni 3 o 4 mesi, possibilmente sostituendolo con quelli comperati in farmacia. Di tanto in tanto, facciamo una lavata igienica immergendo lo spazzolino nell’acqua ossigenata, così da assicurarci una disinfezione totale e una sicurezza maggiore per la nostra pulizia orale quotidiana.

admin

x

Guarda anche

Gravidanza: vaccino antinfluenzale protegge anche bebè

Il vaccino antinfluenzale in gravidanza protegge anche la salute del nascituro. A sostenerlo è uno ...

Condividi con un amico