Home » Benessere » Assistenza sessuale per disabili: proposte concrete in Italia

Assistenza sessuale per disabili: proposte concrete in Italia

Da noi non esiste ancora, e se esistesse si attirerebbe addosso critiche, polemiche e -nel migliore dei casi- battutine volgari o senza senso. Eppure l’assistenza sessuale per le persone disabili è una realtà molto seria in tanti Paesi d’Europa. La maggior parte dei disabili, costretti a letto o in carrozzina, sono giovani reduci da incidenti di vario tipo, dunque persone con forte desiderio di una attività sessuale. Ma sono anche persone che spesso si vedono abbandonate dai partner proprio per la difficoltà di una vita da disabile, non solo sessualmente parlando.

Persone che tornano a vivere con i genitori, o che vivono sole, che devono imparare di nuovo a gestirsi una vita e che devono imparare nuovi modi di provare piacere. In Europa è qui che entra in gioco l’assistente sessuale. Non ridete e non pensate alla bella infermiera dei film porno, nè a una “prosituta” … si tratta di professionisti seri, uomini e donne, che con un giusto carico culturale di psicologia e medicina si dedicano al paziente disabile per stimolarlo, eccitarlo e -perchè no!- portarlo all’orgasmo. E lo fanno senza coinvolgimenti emotivi, per mestiere. La maggior parte di loro sono infermieri, fisioterapisti, insomma persone preparate e per nulla superficiali.

In Italia, come detto, questa pratica è ancora un tabù. Nemmeno quasi se ne parla. Ne hanno parlato, invece, dieci senatori (di partiti diversi) e hanno anche preparato una bozza per una proposta di legge che introduca questa figura di assistente sessuale nel nostro Paese e che ne regoli il servizio e l’inquadramento. Una proposta è solo l’inizio di un cammino lunghissimo, ma è comunque un segnale di rinnovamento di un sistema sanitario che forse ancora dedica poco tempo e poco interesse ai disabili, categoria che invece -purtroppo- conta troppe persone tra le proprie fila. E’ un sacrosanto riconoscimento della dignità di una persona disabile e delle sue esigenze di uomo o di donna, oltre che del suo ritorno a una vita quanto più possibile normale.

admin

x

Guarda anche

Inquinamento prima causa infertilità maschile

L’inquinamento è la prima causa dell’infertilità maschile. Gli ultimi dati relativi alla fertilità degli uomini ...

Condividi con un amico