Home » Benessere » Stamina: genitori dalla parte di Vannoni

Stamina: genitori dalla parte di Vannoni

Loro sono quelli che proprio non ci stanno. Non credono a nessuna delle accuse, non si lasciano scoraggiare dalle indagini e sono pronti a difenderlo ora e sempre. Sono quelle famiglie nelle quali Stamina è ancora sinonimo di miracolo, quei genitori che hanno visto -affermano loro- i propri figli rinascere. Per loro Vannoni è un genio che ha ridato loro speranza e non ci pensano due volte a scendere al suo fianco, anche nel caso in cui (come si dice in giro) volesse addirittura candidarsi alle europee.

La signora Azzeni, mamma di una bimba affetta da sindrome di Tay-Sachs non ha peli sulla lingua: “Mia figlia doveva morire, invece è qui, viva, che si muove e reagisce e comunica! Tutto merito delle cure di Vannoni!” E conferma anche il papà del piccolo Gioele Genova: “Il bambino, dopo le infusioni, ha ripreso peso, non ha più crisi respiratorie, migliora a vista d’occhio“. Promettono battaglia. Saranno ancora a Brescia, lunedì 5 maggio se tutto va bene, e pretenderanno la ripresa delle cure a tutti i costi, anche “buttando giù la porta” dell’ospedale, giurano.
E mentre loro preparano la lotta, Vannoni si prepara alla politica. Potrebbe davvero presentarsi, con la lista “Io Cambio”, nonostante sulla sua testa pendano accuse molto gravi: associazione per delinquere aggravata e finalizzata alla truffa, esercizio abusivo della professione medica e violazione delle norme della privacy. Si candida non per fare carriera politica ma, a suo dire, per “portare avanti le istanze dei pazienti, delle cure compassionevoli e della libertà di cura. Tre temi fondamentali che oggi sono stati calpestati”.

admin

x

Guarda anche

Giornata Mondiale Contro il Cancro Infantile: servono cure mirate

Ogni tre minuti nel mondo un bambino muore di cancro. In occasione della XVI Giornata ...

Condividi con un amico