Home » Benessere » A Roma, primo in Europa, intervento robotizzato per un paziente distonico

A Roma, primo in Europa, intervento robotizzato per un paziente distonico

Sempre più la robotica entra nei nostri ospedali, venendo in aiuto dei medici e della ricerca per malattie più o meno gravi. Ultimamente, un caso interessante si è registrato presso l’ospedale pediatrico romano Bambino Gesù e ha visto come protagonista un bimbo di 10 anni affetto da una malattia che gli impediva ogni tipo di libero movimento.

Il bambino soffre di una rara forma di distonia genetica, difficile da curare e tra l’altro, in questa particolare versione, molto resistente ai farmaci. Non poteva camminare, mangiare, scrivere nè tantomeno giocare ed era ricoverato al Bambino Gesù per alcuni trattamenti. E’ stato così deciso di provare a curarlo in maniera diversa: con l’aiuto di un robot ideato proprio da alcuni medici del nosocomio romano.
Una equipe di neurochirurghi ha infatti realizzato una nuova procedura di stimolazione cerebrale profonda che viene eseguita con il supporto di una macchina automatica. In questo modo si è ottenuta maggiore precisione, maggior rapidità e dunque una minor durata dell’intervento, minore sedazione e minore convalescenza. Il piccolo ha mostrato segni di miglioramento che fanno ben sperare, soprattutto fanno sperare nel prezioso aiuto che la robotica sta portando sempre più alla medicina. Curare una malattia come la distonia non è semplice, è una rara malattia che può colpire da 50 a 1.000 persone su un milione e che si manifesta quasi sempre in età infantile. Oltre a impedire i movimenti più banali, questo male può causare torsioni anomale degli arti e forti dolori. Il bambino romano che ha usufruito di questa nuova tecnica dovrà sottoporsi ad altre terapie per vedere se il miglioramento sarà duraturo ma intanto ha una speranza in più dalla sua parte su cui contare.

admin

x

Guarda anche

Malattie rare: sono sempre di più

Chiamiamo “malattie rare” quelle patologie che colpiscono pochissime persone al mondo (una su un milione, ...

Condividi con un amico