Home » Benessere » La coda della lucertola e il segreto che ci salverà dal Parkinson

La coda della lucertola e il segreto che ci salverà dal Parkinson

Ma come fanno le lucertole a farsi ricrescere la coda? Avete mai visto una lucertola catturata dal vostro gatto o dopo essere finita sotto la ruota della vostra bici? La coda si stacca e lei, ferita, corre via. Ma dopo alcuni giorni ecco che il corpo si risana e la coda ricomincia a formarsi. Lo sappiamo da millenni ma nessuno si era mai chiesto come utilizzare questo fenomeno in medicina. Lo si comincia a fare adesso.

Un centro di ricerca di Barcelona, in Spagna, ha studiato proprio questo e non si è limitato a farlo solo osservando gli animali e il tempo di ricrescita della coda, ma anche studiando le proprietà delle cellule staminali pluripotenti. Il segreto sta in un gene che nelle lucertole è attivo e funzionante mentre in noi umani è silente, ma esiste e si chiama WNT.
Il gene WNT controlla l’espressione di altri geni e anche la produzione di cellule nuove, come avviene appunto nella lucertola. Dopo al ferita, il gene comanda la produzione di nuove staminali che prendono a ricostruire tessuti e vasi per ricreare la coda come era prima. Cosa serve allora per far sì che la stessa cosa succeda in noi? Serve una manipolazione attenta del gene in laboratorio, una sperimentazione controllata e soprattutto la certezza che riattivandolo non si sbilancino altri delicati equilibri. Se si riuscisse a farlo, potremmo trovare soluzioni importanti a patologie come Parkinson, Sclerosi Multipla, lesioni al midollo, infarti e alcuni tipi di cancro.

admin

x

Guarda anche

Enzima per caso … però “mangia” la plastica

Questi scienziati che letteralmente “giocano” con la materia, manipolandola e trasformandola a loro piacimento, diciamo ...

Condividi con un amico