Home » Benessere » Sensibilità al Glutine: è una vera malattia ma colpisce pochissime persone

Sensibilità al Glutine: è una vera malattia ma colpisce pochissime persone

Che cos’è la sensibilità al glutine non celiaca? Sembra uno scioglilingua e per alcuni è proprio questo. Una malattia immaginaria, una fissazione di alcune persone e di alcuni medici poco attenti che mettono in testa ai loro pazienti di essere malati, mentre così non è. Per altri, però, la malattia esiste davvero solo che non è diffusa a livelli allarmistici come ci si vorrebbe far credere. A chi dar retta allora?

Cominciamo col dire che la sensibilità al glutine non celiaca esiste. E’ un dato di fatto confermato dagli studi scientifici che ogni anno aggiungono nuovi tasselli al misterioso puzzle. Magari non è proprio come pensavamo che fosse, a livello di sintomi e di diffusione, infatti riguarda un numero molto ristretto di persone. Uno degli ultimi studi, in fase di pubblicazione su BMC Medicine, è stato condotto da ricercatori italiani per conto dell’Associazione Italiana Celiachia (AIC) e della Fondazione Celiachia e si è svolto tra Pavia e Bologna puntando proprio alle differenze tra celiachia vera e sensibilità al glutine.

Si è così visto che la sensibilità al glutine non celiaca è una vera malattia, non una “fissazione”, ma che è appena più diffusa della celiachia vera e propria. Ovvero, se la celiachia vale 1, la sensibilità al glutine è solo 1,15 … meno di mezzo punto in più. I sintomi sono simili a quelli della celiachia sebbene più leggeri e colpiscono principalmente le donne, con reazioni allergiche, dolori addominali ma anche con disturbi neurologici. Lo studio ha coinvolto 500 persone con sospetta sensibilità al glutine: ha escluso coloro che soffrivano di sindromi intestinali, colon irritabile, celiachia vera, allergie semplici e il risultato è stato che sono rimasti solo in 65. Di questi 65 si sono valutate le reazioni al momento dell’assunzione del glutine sotto forma di capsula (dunque nascosto al paziente) e si è realizzato che ad avere la sensibilità al glutine erano ancora meno soggetti. Dunque sì, questa malattia è reale e va affrontata con la dovuta serietà. Ma va anche distinta da brevi allergie temporanee che possono riguardare quasi tutti noi ma che non sono nulla di allarmante. Per scoprire la sensibilità al glutine occorre una ricerca approfondita, che un paio di prove allergiche non bastano a identificare.

admin

x

Guarda anche

Enzima per caso … però “mangia” la plastica

Questi scienziati che letteralmente “giocano” con la materia, manipolandola e trasformandola a loro piacimento, diciamo ...

Condividi con un amico