Home » Benessere » Malaria: un caso isolato in Sicilia (che forse si poteva evitare)

Malaria: un caso isolato in Sicilia (che forse si poteva evitare)

Il mondo si globalizza anche per quanto riguarda le malattie. Non possiamo più dire: questo non ci riguarda da vicino. Si diffonde l’AIDS, tornano tubercolosi e malaria e non per forza è “colpa” degli immigrati che sbarcano sulle nostre coste. Succede a Ragusa, in Sicilia, dove un uomo di 57 anni, di professione marinaio, muore di malaria nel maggio 2014! L’uomo, Rosario Noce, lavorava da 3 mesi a bordo di un rimorchiatore della “Marnave” per l’assistenza alle piattaforme petrolifere in Africa ed era stato attraccato sulle coste di Ghana e Guinea.

E’ bastata una puntura di zanzara, alcuni sintomi che forse non sono stati riconosciuti per tempo, e la malattia si è manifestata nella sua peggiore forma aggressiva uccidendo l’uomo in poche settimane. Il figlio, il cognato, l’intera cittadina di Pozzallo, comune del ragusano da dove il signor Noce proveniva, sono sotto shock. Perchè qui nessuno ha mai conosciuto la malaria, perchè la malaria è una patologia curabile se si prende per tempo e perchè forse si sarebbe potuto e dovuto intervenire prima.
Tutto è iniziato con una febbre altissima, mentre il marittimo era ancora a bordo del rimorchiatore a 800 miglia al largo del Ghana, dopo di che è stato ricoverato in ospedale e dato che le condizioni peggioravano è stato trasferito in Sicilia ma è morto mezzora dopo l’arrivo a Catania. La famiglia, distrutta dal dolore, non si sente di denunciare nessuno ma chiede a gran voce spiegazioni per una morte assurda, nel XXI secolo! Si domandano come mai una compagnia navale abituata ad andare spesso in Africa non fosse preparata, a bordo, per curare un attacco di malaria. Intanto si placano i timori per un possibile contagio: la malaria non si trasmette da persona a persona, ma solo tramite puntura di zanzare infette. Un triste dettaglio fa rabbia: il signor Noce aveva chiesto un permesso per rivedere la famiglia alcuni mesi fa, permesso che gli è stato rifiutato. Se fosse stato in Italia per tempo, non avrebbe mai ricevuto quella puntura letale di zanzara.

Ti potrebbero interessare anche:

admin

x

Guarda anche

Abitudini alimentari sbagliate: raddoppiato rischio carie tra piccoli

Abitudini alimentari sbagliate raddoppiano il rischio di carie tra i più piccoli. L’allarme arriva da ...

Condividi con un amico