Home » Benessere » Cancro: il "metodo Angelina" non va bene per il 70% delle donne

Cancro: il "metodo Angelina" non va bene per il 70% delle donne

Angelina Jolie, meglio nota come moglie dell’attore Brad Pitt, ha fatto parlare di sé durante tutto lo scorso anno per la drastica scelta di farsi asportare entrambi i seni -pur non essendo malata- per evitare di cadere vittima del cancro che aveva già ucciso sua madre e sua zia e che lei aveva, per certo, come rischio nel corredo genetico. Dopo tale scelta, molte altre donne nel mondo hanno seguito il suo esempio, ricorrendo alla mastectomia preventiva e sbagliando, secondo molti esperti.

Ha sbagliato anche Angelina Jolie, perchè avere un elevato rischio genetico di cancro non indica con certezza quale organo potrebbe colpire. Se madre e zia sono state colpite al seno, in lei la malattia potrebbe verificarsi altrove. Lo stesso vale per tutti noi. Il rischio genetico legato al cancro ci avvisa solo che siamo più vulnerabili di altri, ma non ci dice anche quale parte del corpo lo è. Per questo, dice uno studio della università del Michigan (USA) almeno il 70% delle donne che chiede di ricorrere alla mastectomia preventiva in realtà non ne ha alcun bisogno!

Lo studio americano guidato dalla dottoressa Hawley e colleghi ha studiato 1.447 donne che erano già state malate, tutte trattate per il cancro al seno, e che in quattro anni non hanno mai avuto recidive. Eppure l’8% di loro aveva fatto la mastectomia e il 18% stava pensando di farla. In assenza di recidive, quella operazione era perfettamente inutile. Per questo i medici cercano di valutare bene le situazioni e di scoraggiare le pazienti quando richiedono tali interventi. E se le donne malate e in via di guarigione non necessitano l’asportazione del seno, meno che mai dovrebbero asportarlo le donne sane che hanno paura di ammalarsi di cancro solo perchè si è già ammalata una parente. Scelte avventate che possono portare danni invece che benefici.

admin

x

Guarda anche

Enzima per caso … però “mangia” la plastica

Questi scienziati che letteralmente “giocano” con la materia, manipolandola e trasformandola a loro piacimento, diciamo ...

Condividi con un amico