Home » Benessere » Arriva il pace-maker contro le apnee

Arriva il pace-maker contro le apnee

Le apnee notturne, quelle che noi chiamiamo superficialmente “russare”, sono un problema un po’ più complesso di quanto si creda. Il russamento spesso porta all’interruzione della respirazione o a una cattiva respirazione con la conseguenza che il cervello riposa male e recupera durante il giorno. Le persone che soffrono di apnee presentano problemi di sonnolenza e di mancanza di concentrazione durante il giorno, il che si ripercuote sulla loro vita e sul lavoro.

Oggi però una soluzione viene da una ricerca americana che ha prodotto, presso la Ohio State University, il primo “pace-maker” contro le apnee. Si chiama REMEDE e funziona attraverso un minuscolo dispositivo collegato con un cavo al nervo frenico, che regola la respirazione attraverso il naso, e lo stimola in modo che ritrovi il ritmo giusto ogni volta che lo perde. Riattivando la giusta respirazione sparisce quel fastidioso russare e sparisce anche la sofferenza del cervello che si riflette durante il giorno.

Le persone che hanno già provato questo nuovo metodo hanno ricevuto benefici straordinari. Hanno recuperato energia, dinamicità, hanno migliorato il riposo notturno e hanno ritrovato la gioia di vivere che si perdeva nella depressione da stanchezza che avevano prima. C’è da dire che alcune di queste persone erano già in trattamento anti apnea, con la maschera ad aria pressurizzata che stimolava la respirazione notturna, e ricevevano già alcuni benefici. Benefici che, con il “pace-maker” sono triplicati al punto che quest’ultimo è stato di gran lunga preferito al precedente trattamento.

admin

x

Guarda anche

Un “codice” sulle pillole per gestire il farmaco

Sapete che cos’è un QR CODE… o “codice QR”? E’ quel qudratino che trovate ormai ...

Condividi con un amico