Home » Benessere » Pelle: ecco come curarla dopo la chemioterapia

Pelle: ecco come curarla dopo la chemioterapia

C’è un aspetto del cancro che ancora non tutti conoscono. Quello estetico. Eppure è un fattore importante, in quanto ricerche scientifiche e psicologiche hanno dimostrato che la bellezza, la cura del corpo, rendono sicuri di sé, grintosi e dunque più forti e resistenti anche contro un male terribile. Alcuni ospedali di Milano stanno già applicando queste tecniche offrendo sedute di cura e bellezza per le donne malate di tumore, per farle sentire di nuovo belle ed energiche.

La cura della pelle, nei malati di tumore, è importante perchè è una delle prime parti del corpo che subisce gli effetti negativi della chemioterapia. Se ne parlerà nel corso di un convegno a Roma, venerdì 13, alla presenza di oncologi e dermatologi allo scopo di trovare una soluzione concreta. Perchè è vero che la chemio salva la vita, è vero che oggigiorno è più mirata e meno aggressiva, ma le sue prime conseguenze (lividi, bruciature, screpolature, ragadi, follicoliti) si vedono per prima cosa sulla pelle. Il controllo delle tossine cutanee è la nuova frontiera della cura (anche psicologica) del cancro e in alcuni ospedali della capitale è già in uso.

Il trattamento deve iniziare prima che inizino le sedute di chemio, idratando il corpo con pomate e con integratori. Durante il trattamento si può tentare di limitare i danni ma la vera cura viene dopo le sedute, quando si avranno gli sfoghi ovunque. E allora pomate grasse, pomate che aiutano la pulizia e l’espulsione delle tossine, vitamine, massaggi sono interventi da praticare per tutto il tempo tra un ciclo e l’altro. Prevenire i danni alla pelle significa anche far risparmiare ulteriori spese pesanti a famiglie che già devono sostenerne ogni giorno. A livello psicologico, inoltre, come detto, questo modo di lenire i danni visibili aiuta il malato a gestire meglio il periodo di cure.

admin

x

Guarda anche

Giornata Mondiale Contro il Cancro Infantile: servono cure mirate

Ogni tre minuti nel mondo un bambino muore di cancro. In occasione della XVI Giornata ...

Condividi con un amico