Home » Benessere » In erezione per 36 ore: paziente romano denuncia il medico

In erezione per 36 ore: paziente romano denuncia il medico

Un paziente romano di 45 anni, con qualche problemino di prestazione sessuale come spesso capita a chi supera la soglia di una certa età (non ancora vecchio ma non più ventenne), si rivolge pieno di speranza e di fiducia al suo medico il quale gli consiglia di programmare un incontro con due specialisti. L’uomo si reca prima da un andrologo e poi da un urologo, spiegando che vorrebbe avere più resistenza a letto, più durata … insomma, un’erezione come si deve.

Nessun problema, dicono gli esperti, e lo sottopongono a un trattamento con la Prostaglandina E1, medicinale standard che si inietta e che può avere qualche effetto collaterale. Effetti che però non sono stati spiegati al paziente, come lui stesso denuncia. Non passa nemmeno un giorno che l’uomo ottiene la tanto desiderata erezione … erezione talmente perfetta che non smette più. Trentasei ore di fila, con ovvio imbarazzo ma con altrettanti dolori e lesioni, dovuti alla tensione continua di muscoli e vasi del pene. L’uomo tollera per quasi due giorni, poi chiama uno dei due medici il quale lo indirizza subito al Pronto Soccorso.

Finalmente risolto il problema fisico, l’uomo passa alle vie legali e denuncia entrambi gli specialisti. L’accusa? “Negligenza per non avere correttamente e adeguatamente informato il degente che il trattamento avrebbe potuto indurre un’erezione prolungata e dolorosa”. Avendolo saputo, infatti, l’uomo avrebbe potuto magari prendere un paio di giorni di riposo o evitare certi movimenti o ancora farsi tenere sotto osservazione ed evitare soprattutto i danni che ora lo costringono a unire impotenza a cura e riabilitazione, con buona pace del sesso perfetto …

admin

x

Guarda anche

Vino, a rischio la vita con 5-6 bicchieri a settimana

Bere più di 5-6 bicchieri di vino a settimana mette a rischio la salute.  L’allarme ...

Condividi con un amico