Home » Benessere » Dolcificanti: sicuri che fanno bene?

Dolcificanti: sicuri che fanno bene?

Siete anche voi tra coloro che ripudiano lo zucchero per sostituirlo con i dolcificanti, sicuramente più leggeri e meno dannosi per la salute? Fermatevi un secondo e riflettete. Fatelo magari con l’aiuto dello studio condotto presso il Duke University Medical Center i cui risultati evidenziano, purtroppo, tanti effetti collaterali di questi “dolcificanti che fanno bene”. In particolare la ricerca si ferma sul popolarissimo Sucralosio (o E955).

Il Sucralosio può limitare gli effetti dei farmaci, alterare la flora batterica intestinale benefica e alterare la secrezione ormonale. E non è roba da poco, significa bloccare buona parte delle funzioni del nostro corpo. Lo studio è stato condotto sugli animali, sui topi in particolare, per un periodo di 12 settimane durante le quali gli animali sono stati nutriti e analizzati. Si è visto così che il dolcificante Sucralosio aveva danneggiato la flora intestinale, causato un aumento del PH fecale e un aumento dei livelli di P-gp, CYP3A4 e CYP2D1, tutti inibitori dell’azione dei farmaci presi per via orale. Se eccessivo, inoltre, il Sucralosio causa danni al DNA dunque trasmissibili anche alle generazioni future. Il problema è che le quantità vietate, cioè quelle che causano danni al DNA, sono proprio quelle quantità in commercio attualmente e per nulla evidenziate nelle etichette o nei fogli illustrativi del prodotto. Il dolcificante non è una sostanza illegale, ma dovrebbe comunque essere segnalata la possibilità di tali effetti a lungo termine in modo che la gente si regoli di conseguenza. Perchè gli effetti sulle future generazioni non sono ancora noti e non dovrebbe essere piacevole scoprirli…

admin

x

Guarda anche

Un vaccino di staminali contro il cancro al seno

Niente facili speranze, si tratta solo di uno studio … il primo passo di un ...

Condividi con un amico