Home » Benessere » Estate, tempo di diarrea! Ecco perché le infezioni intestinali tornano col caldo

Estate, tempo di diarrea! Ecco perché le infezioni intestinali tornano col caldo

L’estate è una stagione pesante per il nostro stomaco e per l’intero apparato digerente. Lo è un po’ per le temperature alte che rendono il nostro corpo pigro e lento in tutto, lo è perchè spesso mangiamo troppi grassi che difficilmente vengono smaltiti col caldo. Lo è anche perchè facciamo il bagno in luoghi inquinati, dove batteri come E.Coli sono diffusi.

Insomma, è questa la stagione peggiore per le malattie gastro-intestinali, incluse le infiammazioni croniche come il Morbo di Crohn. L’Italia è uno dei Paesi al mondo che fa registrare il numero più alto di malattie dell’apparato digerente, insieme a Cina, Spagna e Slovacchia, all’arrivo dei primi caldi. La Grecia ci fa compagnia, ma più verso fine stagione, quando il clima comincia a cambiare verso l’autunno. Sono solo alcuni dei dati emersi dal I Congresso della Società Italiana di GastroReumatologia (Sigr), svoltosi ieri a Roma, durante il quale si è tentato di capire cause e possibile prevenzione di questo genere di malattie.

Che alcune malattie presentino picchi più o meno alti in base alla stagione non è una novità. Non lo è nemmeno il fatto che si presentino in alcune zone geografiche e non in altre. Ma rimane da capire il perchè. Se Italia e Cina sono zone molto inquinate, che colpa avrebbe, invece, la quieta Slovacchia? Se la Grecia condivide con noi lo stesso inquinato Mediterraneo, come mai da loro le infezioni intestinali cominciano in autunno? Tante le ipotesi considerate, ma la prima fra tutte è quella secondo la quale le riacutizzazioni delle malattie dipendano dalla maggiore incidenza di infezioni legate proprio all’inquinamento dei mari e delle spiagge, aiutato dal nostro modo sregolato di mangiare che indebolisce tutto il sistema. Insomma per prevenire il mal di pancia e la diarrea estiva basterebbe mangiare più leggero sempre, basterebbe evitare di bere acqua di mare, basterebbe fare il bagno nelle ore meno affollate come al mattino presto o alla sera. Possibilmente lontano dai grandi centri turistici dove alberghi e strutture scaricano in mare di tutto.

admin

x

Guarda anche

Una “buona” cura preventiva per l’infarto? Lo yogurt

Mangia yogurt e campa cent’anni. O per lo meno, se ti ammalerai, non sarà per ...

Condividi con un amico