Home » Benessere » Vacanze: la campagna rilassa più del mare

Vacanze: la campagna rilassa più del mare

La vacanza ideale per vivere meglio e più a lungo? Una settimana immersi nel verde. Niente spiaggia, mare, sole e tintarella, dunque, ma piuttosto alberi, venticello, prati in fiore e lunghe passeggiate. Ce lo consigliano gli esperti della Erasmus University di Rotterdam, assicurando che questa scelta estiva garantisce un rilassamento maggiore e dunque una miglior ripresa delle energie perdute con il lavoro. E la durata (una settimana/otto giorni) non è stabilita per caso ma legata all’aumento degli ormoni del benessere che si liberano nell’arco di otto giorni.

Vacanza in campagna, o in montagna, promossa a pieni voti ma attenti a non scambiare il relax con l’ozio. Il dolce far niente annulla in un colpo gli effetti buoni del rilassamento, sono due cose diverse e non vanno scambiate. Dunque riposati sì ma facendo qualche piccolo esercizio di tanto in tanto, come sport, lavoretti di casa, hobby … Mentre siete immersi nel verde, provate a mangiare leggero ma diverso. In poche parole, datevi agli esperimenti gastronomici, avventuratevi con ricette mai provate prima purchè non siano pesanti e troppo grasse. Anche la “distrazione alimentare” serve a rilassarsi. Altri studi correlati dimostrano che chi va in ferie almeno una volta l’anno riduce il rischio di morte del 29%, chi va in ferie e si rilassa nel modo giusto lo riduce ancor di più.
Questo non significa che le altre vacanze (mare, città d’arte) siano sbagliate solo che magari possono avere meno impatto rilassante sul nostro organismo. In fondo, viaggiare implica movimento e fatica, e stare al sole in spiaggia implica un indebolimento generale, dunque la vacanza ideale è quella al fresco della campagna. Fermo restando che i gusti sono gusti e se un luogo vi fa stare bene non dovete cambiare abitudini per nulla al mondo.

admin

0 Commenti

  1. Ecco perché la ricreazione è importante e io sto cercando di ottenere almeno un paio di settimane per rilassarsi due volte l’anno.

x

Guarda anche

E se a causare l’infarto è la partita della Nazionale?

Lo studio è stato pubblicato in Canada, relativamente allo stress dei tifosi delle partite di ...

Condividi con un amico