Home » Benessere » Immigrazione: non era ebola nè vaiolo, solo varicella

Immigrazione: non era ebola nè vaiolo, solo varicella

Felici di smentire l’articolo che avevamo scritto ieri, già nella tarda mattinata era arrivata la smentita alle voci che davano uno dei migranti giunti domenica sulle coste siciliane malato di una misteriosa malattia infettiva. Si trattava soltanto di varicella e, una volta accertato questo, l’uomo è stato ricoverato per le normali cure del caso.

Tutto è iniziato quando la nave militare Orione, nell’operazione Mare Nostrum, ha soccorso un barcone con centinaia di persone stremate a bordo tra cui 30 morti. Si era parlato di asfissia ma dopo i sintomi presentati dall’uomo in questione si era temuto davvero che la nave portasse con sé anche un carico di virus e di malattie. Il malato presentava strane macchie sulla pelle e febbre molto alta, inizialmente si era temuto che fosse vaiolo tanto che era stato messo in isolamento sulla stessa nave e poi trasferito in un ospedale romano famoso per gli studi sulle malattie infettive, anche tropicali.

L’osservazione dei sintomi però ha fatto tirare a tutti un sospiro di sollievo. Si trattava di normalissima varicella, una malattia che da noi conoscono e curano tutti ma che per chi viene da Paesi poveri può anche essere mortale. L’uomo adesso è sotto cure mediche e il suo stato di salute costantemente monitorato per far sì che guarisca completamente. Alcune polemiche scoppiate alla notizia del trasferimento del paziente a Roma (“Perchè ricoverarlo per una banale varicella?”) sono state zittite dalla competenza degli uomini del nostro esercito che, comportandosi con prudenza, hanno applicato le giuste norme di igiene per se stessi e per gli altri migranti.

admin

x

Guarda anche

Un “codice” sulle pillole per gestire il farmaco

Sapete che cos’è un QR CODE… o “codice QR”? E’ quel qudratino che trovate ormai ...

Condividi con un amico