Home » Benessere » Zecche: trasmettono molte malattie (e da oggi, una in più)

Zecche: trasmettono molte malattie (e da oggi, una in più)

Cosa sono le zecche lo sanno tutti quelli che hanno un animaletto domestico. Sebbene quelle che togliamo al nostro cane o al gatto sono zecche ormai ben nutrite, adulte, spesso più grosse del normale. Ma le zecche possiamo trovarcele addosso anche noi uomini, basta una gita in campagna, un gioco in mezzo all’erba, un pic nic. Se una zecca “punge” in genere è molto doloroso in quanto si “aggancia” alla pelle in profondità ma se non si è particolarmente allergici si risolve tutto con pochi giorni di antibiotico.

Tuttavia le zecche possono portare malattie ed è bene non sottovalutare mai una loro puntura o la loro presenza nel nostro ambiente. Le zecche possono trasmettere malattie come la malattia di Lyme (o morbo di Lyme o Borreliosi), l’encefalite, la febbre Q, la febbre bottonosa, la tumerea, la erlichiosi e da oggi, pare, anche una malattia del tutto nuova e fino a poco tempo fa sconosciuta: la neo-ehrlichiosi. Ci informa di questo l’Istituto di Microbiologia Medica (IMM) di Zurigo che ha lavorato a questo studio insieme a ricercatori di Germania e Svezia. La nuova malattia sarebbe causata da un batterio denominato “Candidatus Neoehrlichia mikurensis”, isolato per la prima volta nel 1999 in zecche e roditori in Europa e Asia.

Non si sapeva ancora, allora, se la malattia presente negli animali potesse passare anche all’uomo ma nel 2010 si è avuto il primo caso e dopo di questo si sono registrati altri casi in parti diverse del mondo. I sintomi sono: febbre fino a 40 gradi, perdita di peso e malessere. Sintomi molto comuni, che i medici difficilmente attribuiscono alle zecche a meno che il paziente non parli direttamente di una puntura subita. E più tardi si individua una malattia più tardi si può intervenire a curarla. Eppure c’è il modo di proteggersi e di limitare l’infezione e le sue conseguenze, un metodo molto semplice: EDUCARE chi frequenta le campagne e gli animali a proteggersi sempre dalle zecche e a non prendere alla leggera mai la loro presenza. In caso di puntura o sospetta puntura, parlate sempre con un medico e al più presto.

admin

x

Guarda anche

Tablet causano ritardo nel linguaggio dei bambini

Tablet e dispositivi elettronici possono causare un ritardo nel linguaggio dei bambini. A sostenerlo sono ...

Condividi con un amico