Home » Benessere » Stampanti 3D anche per creare vasi sanguigni ossigenati

Stampanti 3D anche per creare vasi sanguigni ossigenati

La stampa 3D è la nuova frontiera della medicina. La sua incredibile utilità è stata chiara fin da subito, quando è stata usata per riprodurre i bronchi di un bambino malato di tumore ai polmoni e che grazie a questo espediente è stato salvato. Su quei bronchi “stampati” in 3D infatti sono state fatte crescere delle staminali che hanno seguito il “disegno” e riprodotto fedelmente l’elemento, col quale sono stati sostituiti quelli malati.

La novità dell’uso della stampa 3D in campo medico ora giunge dall’Australia, dall’Università di Sydney che è riuscita laddove tanti altri (incluso il telefilm Grey’s Anatomy) si erano fermati, in collaborazione con le Università di Harvard, Stanford e il MIT. Grazie all’immagine data dalla TAC e dal computer, la stampante ha creato dei vasi sanguigni perfetti, in bio-fibra, sui quali sono state impiantate colture di cellule staminali. In tal modo, le cellule (prelevate da vasi sanguigni veri) hanno riprodotto vene e arterie seguendo il percorso indicato dalla “stampa”.

Il risultato è stato la riproduzione fedelissima dei vasi sanguigni, i quali, una volta completi, sono stati staccati dalla struttura 3D e usati per i vari interventi per cui erano stati programmati. Dato che non è il primo esperimento del genere, in cosa consiste la sua unicità che fa tanto parlare in questi giorni? Nel fatto che per riprodurre una parte del corpo grande, o estesa, occorre ossigenarla continuamente. Una cosa che fino ad oggi non era stato possibile fare, ma che a Sydney è stata fatta. Qui non è stato creato una parte del sistema vascolare ma una serie di vasi, un elemento “grande” e in ottime condizioni perchè ben ossigenato. Un primo passo, ancora molto piccolo, verso un futuro in cui magari si potrà creare dal nulla anche un intero fegato!

admin

x

Guarda anche

Enzima per caso … però “mangia” la plastica

Questi scienziati che letteralmente “giocano” con la materia, manipolandola e trasformandola a loro piacimento, diciamo ...

Condividi con un amico