Home » Benessere » Invalido privato della pensione dalle suore per un debito di 7000 euro

Invalido privato della pensione dalle suore per un debito di 7000 euro

Non sappiamo i fatti nel dettaglio, quindi dovremmo evitare di giudicare ma suona un po’ pesante, un po’ “sporco” sentire che delle suore, custodi della carità cristiana e del perdono, riducano quasi sul lastrico una famiglia con un figlio autistico per recuperare un credito di denaro. E’ pur vero, però, che la pazienza dei santi ha un limite e che i soldi servono per campare.

Succede a Ostuni, in Puglia, dove le suore in questione gestiscono una congregazione con un centro socio-culturale che cura una serie di servizi dedicati a persone portatrici di handicap, poveri, malati o semplicemente persone in difficoltà che non sanno da chi trovare accoglienza. Pure il trentaduenne in questione aveva bisogno di aiuto, in quanto giovane e autistico. Il ragazzo effettivamente avrebbe usufruito dei servizi messi a disposizione dalle suore, ma a sentir loro non avrebbe mai pagato. Si era sviluppato così un debito, nei confronti dell’istituto, di 7.000 euro!

Non sapendo come altro ottenerlo, le suore hanno chiesto e avuto il via libera dell’INPS per il pignoramento dell’indennità di invalidità dell’uomo. Il legale della famiglia, però, ha protestato contro questa decisione ribaltando la colpa sull’istituto. In caso di invalidità, infatti, l’INPS deve pignorare un quinto della somma della pensione e non tutto, cosa che invece hanno fatto le suore. Hanno tolto al ragazzo e alla sua famiglia tutte le somme previste per il mantenimento del ragazzo, inclusa la pensione della madre. Il trentaduenne risulta invalido al 100% e ora è rimasto senza alcun sostegno economico, cosa che apre un dibattito e un problema non soltanto nella cittadina pugliese.

admin

x

Guarda anche

Vino, a rischio la vita con 5-6 bicchieri a settimana

Bere più di 5-6 bicchieri di vino a settimana mette a rischio la salute.  L’allarme ...

Condividi con un amico