Home » Benessere » Un farmaco anti-diabete potrebbe curare l'Alzheimer

Un farmaco anti-diabete potrebbe curare l'Alzheimer

Le ipotesi promettono bene e così anche i primi risultati dal laboratorio, ma per avere la certezza di essere sulla strada giusta occorrerà attendere almeno altri 5 anni di studio. In ballo c’è ancora una volta la cura definitiva contro l’Alzheimer che secondo questa ricerca tedesca, partita nel 2004, potrebbe essere “nascosta” in un farmaco finora usato per controllare il diabete di tipo 2.

Si tratta di ACTOS, un medicinale di fabbricazione giapponese, a base di pioglitazone che fa parte delle tante cure per il controllo del diabete e che, su un campione di 146.000 persone ha avuto effetti benefici su quasi tutti. Ovvero, su 146.000 solo 13.000 hanno sviluppato una demenza precoce associabile all’Alzheimer, tutti gli altri hanno allontanato il rischio o non si sono mai ammalati. Molto probabilmente, il pioglitazone è in grado di prevenire la malattia grazie al suo potere di riduzione dell’infiammazione cerebrale e della sua protezione del sistema nervoso.

Anche in quei casi in cui si ha un bassissimo controllo degli zuccheri nel sangue il rischio demenza è in agguato, pure se non si tratta di diabete. E anche in questi casi il rischio si riduce di molto (20%) se la persona assume determinati farmaci che comprendono tiazolidinedioni (TZD), dunque molto simili all’Actos. Questo tipo di farmaci agisce sui mitocondri, proteggendo in tal modo l’attività cerebrale che ha bisogno di molta energia e senza la quale va facilmente incontro a infiammazioni e deterioramento. I prossimi anni ci diranno di più su queste possibilità di cura.

admin

x

Guarda anche

Colazione, come renderla sana e completa

Anche se in troppi spesso la sottovalutano la colazione è senza dubbio uno dei pasti ...

Condividi con un amico