Home » Benessere » Stamina: le indagini vanno avanti ma riprendono le cure

Stamina: le indagini vanno avanti ma riprendono le cure

Stamina non si ferma. A poco servono le indagini, i fermi, l’annuncio dell’inizio del processo per truffa a novembre… i tribunali provinciali continuano a emanare ordini di prosecuzione delle cure, le attività del personale di Stamina Foundation continuano nonostante tutto. Sono state effettuate le infusioni di staminali su un bambino di Trapani affetto da distrofia di Duchenne, ricoverato agli Spedali Civili di Brescia. Si sta preparando il trattamento anche per Federico, un bimbo di Fano. E ancora sono da eseguire ordinanze per altri due pazienti.

A eseguire le infusioni è stato il dottor Morfino, insieme a un’equipe di Stamina composta tra gli altri anche dal vice di Davide Vannoni, Marino Andolina, e dalla biologa Erica Molino. E proprio Andolina dichiara che i bambini che hanno ripreso le infusioni in questi giorni “mostrano miglioramenti evidenti” e che senza questo intervento forse ci sarebbero state nuove vittime. Le malattie non possono aspettare che “si riempiano le carte” ed è per questo che Stamina Foundation insiste nel voler andare avanti nonostante i tanti stop e gli ammonimenti che vengono anche dal Ministero.

Dagli Spedali Civili di Brescia, il team annuncia che va tutto bene, che c’è piena collaborazione anche del personale e che non ci sono stati ostacoli di sorta. E mentre Vannoni si defila, implicato in una vicenda grave che lo porterà presto a dover rispondere di accuse pesanti nei confronti di alcuni pazienti, il suo braccio destro si prepara a curare una bambina della provincia di Chieti affetta da SMA1, e una bambina con la malattia di Tay Sachs, le quali hanno ottenuto il via libera dai tribunali delle rispettive città per riprendere le cure interrotte dalle indagini. Continua dunque la confusione nell’immensa vicenda di queste cure sperimentali e misteriose che vedono contrapposti non tanto Vannoni e i suoi accusatori quanto i vari tribunali italiani che continuano a smentirsi a vicenda.

admin

x

Guarda anche

Psicologia: ecco come “insegnare” le emozioni ai bimbi

  Brutto da dire, ma di questi tempi le emozioni “vanno insegnate”. Un tempo bastava ...

Condividi con un amico