Home » Benessere » Medici: diminuiscono le denunce, aumenta la fiducia

Medici: diminuiscono le denunce, aumenta la fiducia

Buone notizie, finalmente, per i medici e gli infermieri. Pare che la “moda” delle denunce facili stia passando e forse è arrivato il momento di poter tornare a lavorare con serenità. L’Italia (e il sud in particolare) sono ai primi posti al mondo per le denunce di “malasanità”, anche quando la malasanità non esiste. Per capirci, da noi si denuncia anche il medico che ha seguito il nonno di 98 anni perchè non si accetta la morte nemmeno quando è dovuta a estrema vecchiaia!

Una moda pericolosa che stava provocando insicurezza e ostilità tra i medici e i pazienti con la conseguenza che il personale sanitario non lavorava più bene, messo continuamente sotto pressione. Ma oggi pare che stia calando il numero delle denunce. Da 33.700 (anno 2010) si è passati ai 31.200 nel 2012: un calo del -8%, che non è tantissimo ovviamente ma che è indice di un inizio che fa ben sperare. Se si pensa che dagli anni Novanta ai primi del 2000 le denunce contro i medici erano aumentate del 200%, si capisce come ogni minimo segnale di distensione sia accolto come un miracolo.
Un po’ è merito della presa di coscienza dei pazienti, che si rendono conto del lavoro immane dei medici costretti anche a doppi turni, un po’ merito dei minacciati scioperi globali che i medici volevano organizzare proprio per metter fine a questo stillicidio … comunque sia, si denuncia di meno. E questo fa bene alla sanità italiana. Qualcosa cambia anche in tema di premi assicurativi. Alla fine del 2012, la stima dei premi nelle coperture assicurative di ospedali e strutture sanitarie ha fatto registrare il primo calo in vent’anni (-4,3% a 288 milioni), includendo anche le polizze sottoscritte direttamente dai medici (255 milioni, +14%). Tutto questo indica un aumento della fiducia delle persone nel lavoro dei medici e questi attestati di stima aiutano le strutture sanitarie a ritrovare la serenità necessaria per svolgere al meglio il proprio dovere.

admin

x

Guarda anche

Una “buona” cura preventiva per l’infarto? Lo yogurt

Mangia yogurt e campa cent’anni. O per lo meno, se ti ammalerai, non sarà per ...

Condividi con un amico