Home » Benessere » Tutti dal mago! Gli italiani fuggono dalla scienza medica

Tutti dal mago! Gli italiani fuggono dalla scienza medica

Che la fuga degli italiani da ospedali, ambulatori e cliniche sia un fenomeno vero e attuale è cronaca di ieri. La causa pare sia la poca fiducia nei sistemi sanitari e soprattutto in quelli del settore pubblico, per cui chi ha soldi corre subito dai privati altrimenti ci si cura con l’aiuto di internet. Rischio, questo, che sta già portando conseguenze pesanti … come la mancata vaccinazione per le malattie esantematiche dei nostri bambini, data dalle dicerie sui danni da vaccino.

In compenso nessuno si scandalizza di maghi, santoni e medici del paranormale che attirano sempre più la gente. Numeri da paura: 30.000 ogni anno corrono dal mago, e di questi il 13% è gente laureata e colta. Grazie anche a una recente legge che equipara a vere professioni mediche specialità come “neuropatia”, “agopuntura” e simili, la gente è confusa e scambia per dottori veri anche personaggi ambigui e pericolosi. Anche per praticare agopuntura e scienze alternative occorre certificazione e sicurezza, e non tutti quelli che dicono di saperlo fare lo sanno fare davvero.

Le persone che si rivolgono ai “maghi” aumentano sempre più: al Nord (45% popolazione) e al Sud (35% popolazione) ma è il Centro Italia il luogo in cui i ciarlatani proliferano e i cittadini si lasciano ingannare più di ogni altro luogo. Basti pensare che su un 20% di persone che si rivolge ai maghi, qui, ci sono 28% di maghi che offrono servizi. In tutta Italia, maghi, guaritori e astrologi santoni sono circa 160.000 ma riconoscerli è facile: di solito chiedono molti soldi, o vi spingono a fare cose che non fareste mai. Quasi sempre vi mettono contro qualche amico o parente. La medicina vera non si basa sul pettegolezzo e sulla truffa. Pagare 200 euro per un sacchetto di sale dovrebbe insospettirvi un poco…

admin

x

Guarda anche

Ecco il tumore cerebrale più grande del mondo

Portare dentro il cranio una massa anomala di oltre un chilo e non saperlo! I ...

Condividi con un amico