Home » Benessere » Cancro: una speranza dall'Inghilterra per mandare in pensione la chemio

Cancro: una speranza dall'Inghilterra per mandare in pensione la chemio

La chemioterapia ha i giorni contati. Una buona notizia per tutti, perchè nonostante la gratitudine nei confronti di una cura che ha permesso a molti di sopravvivere al cancro, ormai esistono sempre più metodi indolore per combattere la malattia. La chemio non andava bene per tutti e comunque aveva effetti collaterali pesanti per tutti. Ma tra 20 anni potrebbe rimanere solo un antico ricordo.

Parte con questo scopo il progetto britannico che mapperà 100.000 sequenze complete del DNA umano allo scopo di trovare un modo definitivo di tramutare i trattamenti anti cancro attuali in cure più dirette, meno dannose per il corpo e più facili da affrontare. L’Inghilterra mira a diventare leader in questo tipo di ricerca genetica e magari ad entrare nella storia mandando in “pensione” le chemioterapie.
Il Governo ha deciso un investimento del valore di 300 milioni di sterline per realizzare tale ambizioso obiettivo, per uno studio che durerà 4 anni e durante il quale verranno sequenziati i codici genetici o interi genomi di 75.000 persone, malate di cancro e di altri tipi di malattie rare, insieme ai loro familiari e parenti di vario grado. Stilando una vera e propria mappa completa delle cellule sane e tumorali, i ricercatori mirano a migliorare ulteriormente i trattamenti personalizzati che già oggi prendono piede negli ospedali e che stanno portando benefici maggiori della “vecchia” chemio.

admin

x

Guarda anche

Luce tablet e smartphone minaccia riposo dei più giovani

La luce di tablet e smartphone mette a rischio il riposo dei più giovani. L’allarme ...

Condividi con un amico