Home » Benessere » In vacanza col tumore: si può e si deve

In vacanza col tumore: si può e si deve

Avere il cancro e voler andare in vacanza. Perché no? Se ci si sente in forze tanto da farlo, perché non farlo? La malattia c’è e non sarà una botta di freddo o l’eccessiva umidità ad aggravarla o a guarirla, purtroppo fa tutto da sé, seguendo un suo percorso. Dunque, nessun limite tranne quello imposto dalle vostre energie e dal consiglio del medico che VA SEMPRE ascoltato, qualunque sia la decisione finale che prenderete. Non ci sono divieti particolari … mare, montagna, laghi o città vanno tutti bene allo stesso modo.

Cominciate organizzando un percorso insieme al vostro medico, o all’oncologo che vi segue, per capire se le cose che avete in mente di fare sono buone o sconsigliate. In ogni caso, decidete voi liberamente… ma consapevoli di possibilità e limiti. Portate sempre con voi la documentazione della malattia e i nomi delle medicine, soprattutto se andate all’estero. Ricordate che fuori dall’Italia alcune medicine possono cambiar nome, quindi memorizzate il principio attivo di base. Qualche consiglio utile: fate attenzione al sole e proteggete soprattutto le cicatrici, gli effetti collaterali delle radiazioni e i punti trattati con farmaci fotosensibilizzanti.

Se state facendo la chemioterapia, ricordate che è sempre meglio allontanarsi da casa dopo circa 10-12 giorni dall’ultima seduta, quando gli effetti collaterali sono stati smaltiti. Ricordiamo che le cure oncologiche possono deprimere e togliere energia e voglia di fare, mentre un viaggio di solito fa recuperare il benessere e l’ottimismo. Dunque, la vacanza è consigliata anche a chi ha un tumore in stadio avanzato, per ritrovare la grinta necessaria a continuare la lotta. Non occorre attraversare oceani per stare bene, basta godersi qualche giorno di passeggiate, nuotate, camminate nei luoghi che vi fanno star meglio, siano essi il mare o la campagna o la montagna o un museo!

admin

x

Guarda anche

Ecco la “vigoressia”, la dipendenza dalla ginnastica del web

Meglio energia che “vigoressia”. E’ una frase che molti medici, ma anche psicologi, ripetono spesso ...

Condividi con un amico