Home » Benessere » Si sveglia dal coma e sposa la fidanzata in ospedale

Si sveglia dal coma e sposa la fidanzata in ospedale

Lo chiameremo Luca ma non sappiamo come si chiami veramente. Sappiamo però che faceva l’operaio specializzato, che era innamorato e doveva sposarsi una settimana fa, nonostante una malattia del fegato tenesse la sua salute sempre altalenante. Ma quando hai 27 anni e tanta voglia di vivere e di fare non ti tiri indietro per colpa di qualche medicina di troppo e così era tutto pronto per il “sì” … se non che proprio la mattina delle nozze Luca sviene.

La corsa in ospedale “Torrette” di Ancona e la diagnosi. Improvviso aggravarsi della sua malattia e uno stato di coma che poneva la sua vita in pericolo. Altro che matrimonio, altro che progetti per il futuro. Il futuro stava scivolando via per sempre. Il giovane è rimasto in osservazione per quattro giorni, poi le sue condizioni hanno fatto registrare un miglioramento. I medici hanno provato a svegliarlo, anche perchè con una malattia al fegato in atto, i farmaci sedativi potevano essere un rischio in più per l’organo e per la sua salute. E giovedì mattina, una volta aperti gli occhi, Luca ha chiesto del matrimonio. Voleva sposarsi assolutamente, col rito civile che avevano stabilito, in qualsiasi condizione di salute.

Un matrimonio organizzato in fretta, con estrema semplicità: solo i testimoni e i familiari all’interno della stanza, mentre gli amici sono rimasti fuori a guardare la scena dalla finestra del corridoio. Ma ciò non ha impedito loro di far festa al momento del “sì” e dello scambio degli anelli. E con questo supporto, e con il supporto prezioso della donna che ama e che oggi è sua moglie, Luca avrà una motivazione in più per combattere questa battaglia e per vincerla. E per continuare a combattere contro la malattia che stava per rubargli tutto proprio alla soglia della più grande felicità. Lui, però, non glielo ha permesso.

admin

x

Guarda anche

Vaccini: come superare paure dei bambini

È molto comune tra i bambini la paura di sottoporsi ai vaccini. Come è noto, ...

Condividi con un amico