Home » Benessere » Sesso: se il pornodivo condanna il proprio mestiere …

Sesso: se il pornodivo condanna il proprio mestiere …

Bisognerebbe vietare YouPorn a chi ha dodici, tredici anni, quando è ancora troppo presto. Certi adolescenti dovrebbero capire che questo tipo di sesso non è il sesso da cui prendere spunto“. L’ultima predica del parroco? L’anatema della zia zitella? La punizione di una mamma preoccupata? No, il consiglio di Rocco Siffredi, colui che del porno ha fatto il proprio mestiere e un successo internazionale. Proprio lui, il “re dei pornodivi” rilascia un’intervista in cui sembra condannare il sesso facile via web.

Sembra, ma non lo fa. O meglio, condanna certi modi di avvicinarsi alla sessualità perchè spengono presto i desideri nei giovani … e senza giovani appassionati di porno, il signor Siffredi e i suoi film perdono pubblico! Ma pur se agisce nel proprio interesse, Siffredi dà consigli giusti. Il porno su Internet è troppo alla portata di tutti: i ragazzini cominciano ad avvicinarsi al sesso grazie ai siti hard, alle scene di sesso violento o esasperato che oltre a traumatizzarli li educano ai rapporti sessuali nel modo sbagliato.
Guardare certi video fin da adolescenti crea uomini (ma anche donne) insicuri, incapaci di provare sentimenti, incapaci di misurarsi con una/un partner, ma soprattutto talmente sazi e saturi di sesso da non provare più voglie nè passioni.
Arrivano a 20 anni già smaliziati, spenti, annoiati … e per cercare nuovi stimoli si spingono in campi pericolosi, a volte sconfinando nel crimine. Crimine del quale, poi, nemmeno capiscono la gravità. Continua Siffredi: “La gente si sfoga sul web e poi non riesce a dare un minimo di piacere alla fidanzata!”, in una sola frase il riassunto di tutta una generazione che non sa, davvero, cosa si sta perdendo!

admin

x

Guarda anche

Ecco perché l’aerobica fa bene al cervello

Che il movimento fisico faccia bene lo sappiamo tutti e sappiamo anche che, se non ...

Condividi con un amico