Home » Benessere » Estate con la polmonite per 8.000 italiani: attenti ai condizionatori

Estate con la polmonite per 8.000 italiani: attenti ai condizionatori

Prima il caldo afoso del mare, o dell’auto lasciata sotto il sole. Poi le piogge, o il condizionatore a mille in casa o nel negozio. Sarebbero questi sbalzi di temperatura estremi le cause delle migliaia di malati di polmonite che si stanno registrando in Italia in questi due mesi estivi. Polmonite d’estate… suona tanto come un controsenso, ma è la realtà. E se non fosse per i rimedi a portata di mano sarebbe pure un’emergenza.

Oltre alla polmonite, che sta di fatto costringendo a letto 8.000 persone proprio in questo momento, altri fastidi che possono derivare da questi sbalzi pericolosi sono mal di gola, dolori muscolari, raffreddori, malesseri vari. A cadere vittime della polmonite, invece, sono principalmente i bambini, gli anziani e le persone reduci da qualche malattia precedente. Corpi più fragili sottoposti a uno stress termico non indifferente che rende gli 8.000 malati attuali una statistica superiore alla media del periodo.

Nei giovanissimi la polmonite si presenta con sintomi come: spossatezza, febbre alta e difficoltà respiratorie mentre negli anziani con febbriciattole, stanchezza e pesantezza sul petto. Ricordiamo che il freddo favorisce la diffusione dei virus, sia di quelli polmonari che di quelli gastro-intestinali. Ma se è quasi “normale” soffrire di crampi e diarrea in estate, lo è di meno tossire e ritrovarsi con i polmoni a pezzi per via del “freddo”. Dato che non possiamo prevedere i cali di temperatura dovuti al tempo, cerchiamo almeno di evitare gli sbalzi artificiali e dunque, se salite in un’auto calda, non accendete subito l’aria condizionata ma fate ventilare prima con i finestrini aperti. Se entrate in un negozio con i condizionatori al massimo, preferite uscire immediatamente.

admin

x

Guarda anche

Vaccini: come superare paure dei bambini

È molto comune tra i bambini la paura di sottoporsi ai vaccini. Come è noto, ...

Condividi con un amico