Home » Benessere » Farmaco anti Parkinson provoca orgasmi a una donna turca

Farmaco anti Parkinson provoca orgasmi a una donna turca

Nei paesi islamici, si sa, il sesso è un tabù che va vissuto solo nell’intimo delle case, nel segreto del proprio letto. Le manifestazioni pubbliche non sono ben tollerate, meno che mai se riguardano le donne. Immaginate dunque di essere donna, di vivere in Turchia e di avere orgasmi multipli in ogni momento della vostra giornata … in casa, al supermercato, al lavoro! Una vergogna, un imbarazzo, ma anche un rischio per la salute.

Quello che succede a una signora turca di 42 anni, però, non è dovuto a lussuria, a tradimento o all’essere svergognata, solo all’essere malata. La donna soffre dei primi sintomi del Parkinson, malattia degenerativa che si manifesta già in giovane età e accompagna il soggetto per tutta la vita. Per curarsi stava assumendo alcuni farmaci specifici, tra cui uno nuovo aggiunto da poco. E proprio in corrispondenza a questa terapia, la donna ha cominciato a “soffrire” di orgasmi spontanei. Il piacere sessuale la coglieva di sorpresa ovunque, qualsiasi cosa stesse facendo! Con conseguenze anche pesanti per la salute, infatti l’orgasmo è uno stato di iper-eccitazione che può stimolare il cuore in eccesso. In alcuni casi porta anche a svenimenti.

Quando la signora ha dovuto sopportare 5 orgasmi (di 20 secondi l’uno) tutti in un giorno, è corsa in ospedale e qui si è scoperto che la “colpa” era del farmaco nuovo. Farmaco immediatamente sospeso, dunque, e immediatamente sono finiti gli orgasmi. La paziente ha resistito più che ha potuto, ma i sintomi del Parkinson -che è un po’ più grave di un orgasmo!- sono ricomparsi e dunque è tornata a prendere il farmaco galeotto. La donna resta il primo caso al mondo su cui il farmaco ha avuto tali effetti, e forse resterà il primo caso al mondo che curerà in modo “piacevole” il Parkinson, sperando comunque che guarisca.

admin

x

Guarda anche

Vivere con cani e gatti migliora la salute dei bambini

Vivere con cani e gatti migliora la salute dei bambini sin dai primi mesi. A ...

Condividi con un amico