Home » Benessere » Chi smette di bere ha problemi di memoria

Chi smette di bere ha problemi di memoria

Smettere di bere fa bene, togliersi un vizio pericoloso come quello dell’alcol è tutta salute e vita, ma attenzione perchè nei primi tempi ci possono essere effetti collaterali pesanti. Lo ha scoperto una ricerca condotta in Sardegna, dalla Università di Sassari in collaborazione con quelle di Cagliari e di Palermo. Lo studio riguarda in particolare l’effetto che causa l’astinenza sul cervello.

L’astinenza da alcol, infatti, pare che rallenti le funzioni fondamentali del cervello, specialmente l’apprendimento e la memoria, da cui il senso di confusione della persona e la necessità a correre ai ripari introducendo altri alcolici nell’organismo. La ricerca, pubblicata sulla rivista scientifica “Pnas”, ha individuato come gli esseri viventi rispondano a stimoli ambientali durante tutta l’esistenza, sottoponendosi loro malgrado a un grande stress emotivo e a una carica di informazioni che viene archiviata nel cervello.
Il cervello deve quindi mantenersi in forma, elastico e facile all’adattamento, per evitare di andare in tilt. Nell’organismo di un alcolista, questo adattamento avviene col supporto dell’alcol e senza di esso pare incepparsi. E’ la mancanza di dopamina che provoca il calo di attenzione e di memoria e la conseguente confusione. Dunque il primo periodo dopo la disintossicazione l’ostacolo da superare è proprio questo bisogno di “ricaricare” la memoria con altro alcol, trovare nuovi modi di tenere la mente allenata e nuove soddisfazioni che permettano al cervello di trovare serenità senza per forza far ricorso a vino, vodka e simili.

admin

x

Guarda anche

Vivere con cani e gatti migliora la salute dei bambini

Vivere con cani e gatti migliora la salute dei bambini sin dai primi mesi. A ...

Condividi con un amico