Home » Benessere » Ebola: occorre sperimentare il vaccino e il Canada dona mille dosi

Ebola: occorre sperimentare il vaccino e il Canada dona mille dosi

Ebola arriva a quota mille. Mille morti in Africa Occidentale, una cifra che mette paura anche perchè non si sa quanti ancora verranno contagiati e quanti porteranno il virus fuori dalle proprie regioni. E’ morto anche il sacerdote spagnolo che era recentemente tornato in patria malato, dopo una missione in Liberia dove aveva aiutato i medici locali a curare alcuni pazienti. Invece, negli USA, migliorano i due americani trattati con sieri anti Ebola.

Si tratta di un siero sperimentale, testato fino a ieri solo su animali e dato -in via del tutto eccezionale- ai due medici malati solo per evitarne la morte. Il fatto che stia funzionando così bene ha fatto sperare molte persone e ora i Paesi africani pretendono di avere il siero anche loro. Una richiesta logica, perchè è lì la fonte di infezione più grave e più vasta ed è lì che il pericolo va fermato. Ma sono molti i dubbi: il siero (o “vaccino”) non è ancora sicuro per l’uomo e poi costa parecchio. Per averlo, occorrerebbe una donazione in massa.

E il Canada avrebbe deciso proprio di donare 1.000 dosi di “vaccino” ai Paesi africani contagiati. Il Canada possiede 1.500 dosi che non sono ancora state sperimentate e per regola non dovrebbe usarle sull’uomo se non prima vi sia il via libera dei laboratori di ricerca. Ma non c’è più tempo e non ci sono soldi sufficienti per gestire questa emergenza con le sole forze dei missionari, qualcuno deve fare un passo importante. E se gli USA ancora tentennano, i canadesi non hanno dubbi. Faranno la prova. E forse sarà solo merito loro se questa drammatica epidemia verrà fermata.

admin

x

Guarda anche

Vaccini: come superare paure dei bambini

È molto comune tra i bambini la paura di sottoporsi ai vaccini. Come è noto, ...

Condividi con un amico