Home » Benessere » Latte e riso ci "avvelenano" inconsapevolmente

Latte e riso ci "avvelenano" inconsapevolmente

Siamo sicuri che i bambini mangiano sano? Di recente si è scoperto che il piombo si trova nel latte in polvere per i neonati e l’arsenico nel riso. Da cui un allarme che ha costretto il Codex Alimentarius, la Commissione mista della FAO e la Organizzazione Mondiale della Sanità ad adottare limiti più rigidi nel controllo della quantità di queste sostanze nel cibo di tutti i giorni. Sono limiti che tutte le aziende produttrici devono controllare e rispettare.

Non devono esserci più di 0,01 milligrammi di piombo per chilo di prodotto negli alimenti per lattanti e non devono superare i 0,2 milligrammi di arsenico le confezioni di riso, per chilo. Queste sostanze non si trovano nel cibo perchè qualcuno tenta di avvelenarci, esistono in natura e spesso passano nel prodotto finito senza che si possa far nulla. Altre volte vengono involontariamente introdotte, per colpa dell’uso di alcuni sistemi di raffinamento e produzione.
Un’esposizione prolungata del consumatore all’arsenico può causare tumori e lesioni della pelle, così come malattie cardiache, diabete e danni al cervello. Più esposti al pericolo sono i Paesi asiatici dove tutto si fa a base di riso, ed esso è un alimento quotidiano. Ma questi Paesi esportano anche il loro riso in Europa, pure in Italia dove tuttavia potremmo avere una produzione tutta nostra! Per quanto riguarda il latte in polvere dei bambini, basta evitare che lo consumino in grandi quantità ogni giorno: potete provare a sostituirlo con altri tipi di latte naturale, il latte di asina e quello di capra.

admin

x

Guarda anche

Ecco perché l’aerobica fa bene al cervello

Che il movimento fisico faccia bene lo sappiamo tutti e sappiamo anche che, se non ...

Condividi con un amico