Home » Benessere » Tachicardia: quando temerla e come affrontarla

Tachicardia: quando temerla e come affrontarla

La tachicardia è una accelerazione improvvisa dei battiti del cuore che spesso si manifesta come palpitazione, mancanza di fiato, senso di ansia e più di rado come una vertigine o senso di svenimento. Il cuore aumenta il ritmo per molte ragioni: emozioni, affaticamento, stress. Qualche volta è un sintomo di malattie più serie come anemia e disturbi alla tiroide.

Di per sé la tachicardia non è pericolosa, a meno che non si manifesti in modo strano, in tempi e modi poco chiari e associata ad altri disturbi. Per esempio se si presenta in assenza di altre motivazioni valide (a riposo, quando siete sereni ) e se dura per molti minuti senza trovare quiete cominciate a considerare una visita approfondita. La tachicardia a volte nasconde anche problemi del ritmo cardiaco, e questi sono abbastanza importanti. Se insorge insieme a dolori al petto, prima o dopo una perdita di conoscenza prolungata si tratta di un disturbo serio da affrontare col medico.
Se vi capita spesso, in modo leggero e dopo uno qualsiasi dei motivi sopra elencati potete contrastarla praticando movimento tutti i giorni, per pochi minuti, in modo leggero ma costante; oppure smettendo di fumare o di mangiare pesante, o cercando di calmare lo stress. Se la tachicardia nasconde disturbi più gravi risolvetela con farmaci o con l’ablazione, intervento mini invasivo che fornisce il cuore di minuscoli cateteri in grado di riequilibrare il ritmo del cuore.

admin

x

Guarda anche

Vaccini: come superare paure dei bambini

È molto comune tra i bambini la paura di sottoporsi ai vaccini. Come è noto, ...

Condividi con un amico