Home » Benessere » Acqua nelle orecchie, come comportarsi

Acqua nelle orecchie, come comportarsi

Lo ammettiamo, non è un malanno grave, non è mortale… ma è fastidiosissimo e forse, al momento, qualcuno di voi lo sta provando addosso mentre legge. Quella sensazione di avere una fodera nella testa che ci fa sentire tutto ovattato, è la conseguenza dell’entrata di acqua di mare nelle orecchie. Cosa molto comune, per chi ama vivere l’estate in acqua.

Lo stesso fastidio si può avere anche se ci si tuffa in piscina o in altri bacini di acqua dolce e bisogna dire che basta inclinare la testa per far uscire già la maggior parte dell’acqua, sia essa acqua di mare, acqua dolce o clorata. Se questo non bastasse, però, dovete agire diversamente: inserite delicatamente nell’orecchio una garza, un poco di cotone e reclinate appena il capo aspettando alcuni minuti che si imbeva. Se nonostante tutto questo persiste il senso di sordità e il dolore, andate dall’otorino. Potrebbe essere un problema legato anche al cerume, peggiorato con l’introduzione dell’acqua. Attenti però se soffrite di eczemi del condotto uditivo: evitate in questi casi l’immersione e proteggete le orecchie con oli appositi e vitamine, secondo il consiglio dell’otorino. Potete anche usare gli auricolari in silicone, usati spesso dagli atleti che passano in vasca la maggior parte del proprio tempo. Esiste anche la versione per i bambini, con una collanina alla quale agganciarlo per evitare di perderlo in acqua.

admin

x

Guarda anche

Cattive abitudini mettono a rischio salute denti dei piccoli

Cattive abitudini mettono a rischio la salute dei denti dei più piccoli. A causa di ...

Condividi con un amico