Home » Benessere » La "sfida della doccia" per combattere la SLA

La "sfida della doccia" per combattere la SLA

Il signor Pino non capisce il senso di tutto questo: “Se voglio esprimere solidarietà ai malati, dono i soldi a Telethon, non mi faccio lavare con l’acqua fredda!”. Come dargli torto? Tramite lui parla la saggezza di un settantenne che non arriva a comprendere tutto quello che escogitano i giovani di oggi. Ma qualunque cosa è utile per richiamare l’attenzione su una malattia, soprattutto una malattia come la Sclerosi Laterale Amiotrofica (la “malattia degli atleti”).

E in questo caso, la moda virale della “doccia fredda” pare stia funzionando perchè non si parla d’altro. L’idea è partita da un ragazzo di 29 anni, Peter Frates, malato di SLA. Voleva soltanto richiamare l’attenzione del mondo sul suo problema personale e lo ha fatto spettacolarizzando …. con la moda della doccia gelata. Il primo è stato lui, poi i suoi familiari, gli amici e oggi si fanno gettare gavettoni in testa perfino ministri, cantanti e premi Oscar! La moda viaggia sui socials, grazie all’ashtag che ormai è famoso in tutto il mondo, #IceBucketChallenge e se per ogni clic di visualizzazione una parte va in beneficenza oggi la ricerca sulla SLA conta più di 50 milioni di dollari raccolti.

Anche se sembra tantissimo, non basta ancora per aiutare la scienza. Ma l’attenzione che il fenomeno “doccia” ha riportato su questa malattia potrebbe fare il resto. Il gioco funziona come una sfida: io nomino te e ti sfido a farti un video con gavettone. Una sfida sana, che un po’ imita quella idiota del “binge drinking” (la sfida online a sbronzarsi davanti allo schermo) e che porta bene invece che male. E così, come il successo della canzoncina “Happy” di Pherrel Williams, oggi il web pullula di personaggi famosi che si “auto-docciano” nel nome della scienza. Ma la cosa simpatica e bella è che anche molta gente comune lo sta facendo … sperando che, con la diffusione, non si perda il senso del messaggio. Ovvero quello di fare donazioni a www.aisla.it tramite bonifico bancario o postale e con paypal.

admin

x

Guarda anche

Vaccini: come superare paure dei bambini

È molto comune tra i bambini la paura di sottoporsi ai vaccini. Come è noto, ...

Condividi con un amico