Home » Benessere » Siero anti-ebola: un medico che si credeva guarito è morto ieri

Siero anti-ebola: un medico che si credeva guarito è morto ieri

Il “siero miracoloso” estratto dalle foglie di tabacco che avrebbe fatto guarire del tutto i due operatori sanitari americani malati di Ebola non va guardato come la soluzione universale contro questa malattia. Che si trattasse di un farmaco ancora in sperimentazione era chiaro, dunque non abbiamo ancora la certezza di come e quanto funzioni. Ma l’emergenza ne ha decretato la richiesta in dosi massicce per tentare almeno di fermare la malattia.

Purtroppo però la validità della cura la vedremo sulla pelle dei malati, in modo diretto e senza test preventivi. Come è successo per il dottor Abraham Borbor, medico liberiano, ammalatosi nelle scorse settimane di Ebola dopo aver assistito diversi pazienti nel suo Paese. Il dottore era stato trattato col siero anti-ebola e aveva cominciato a mostrare segni incoraggianti di miglioramento. Mentre giungeva dagli Stati Uniti la felice notizia della guarigione dei due missionari, il dottor Borbor riusciva già a camminare ed era senza febbre ormai da giorni. Si parlava di guarigione, anche in questo caso, ma qualcosa non ha funzionato.

La sera prima il dottore stava bene, il mattino dopo è morto. Borbor era stato messo in isolamento insieme ad altri quattro operatori sanitari, tutti erano stati curati col nuovo siero … tranne uno, un medico che era guarito prima di ricevere la medicina. Il paradosso adesso risiede tutto qui: un paziente guarisce del tutto senza ricevere trattamento e un altro, pur ricevendo la cura, muore poco dopo. Una ulteriore conferma che Ebola è una malattia strana, che a volte si può sconfiggere senza aiuto alcuno e altre volte risponde bene alle cure, ma altre volte ancora non subisce alcuna influenza da tali cure. Un mistero ancora da sciogliere, mentre la ricerca continua senza sosta.

admin

x

Guarda anche

Sesso? D’inverno fa bene più che d’estate

I motivi per far sesso non mancano, non bisogna certo affidarsi alla scienza per trovarli. ...

Condividi con un amico