Home » Benessere » Ti piace fumare? Colpa dei geni di mamma e papà

Ti piace fumare? Colpa dei geni di mamma e papà

Forse non tutti i vizi sono frutto dell’ambiente, delle conseguenze di eventi specifici. Forse l’attitudine a esagerare, a comportarsi senza troppo criterio, a comportarsi male hanno un fondo addirittura genetico. Uno studio australiano, condotto presso l’Università di Adelaide (stato del South Australia) ha seguito questa linea di ipotesi e ha cercato di provarla. In una parola, le cattive abitudini, come il fumo, l’abuso di alcolici, la tendenza a mangiare cibi troppo grassi sono ereditarie.

Il fattore ambientale non viene del tutto escluso, ma non agirebbe sulla persona che ha quel vizio quanto sui genitori: le influenze dell’ambiente unite allo stato di salute e alle abitudini dei genitori prima del concepimento di un bambino trasmetterebbero al suddetto bambino determinate tendenze. I ricercatori di Adelaide parlano addirittura di prove “inconfutabili” emerse dallo studio presente e da altri nel corso della letteratura scientifica: spermatozoi e ovuli, oltre ai geni, trasmetterebbero anche ricordi legati alle abitudini sbagliate e ai vizi.
La voglia di fumare, di esagerare con le sostanze alcoliche o con le droghe, ma anche la poca cura del corpo, la pigrizia… tutto sarebbe trasmesso dai genitori ai figli a causa della epigenetica, cioè il processo di attivazione o disattivazione dell’espressione di alcuni geni determinata da condizioni specifiche. Da qui a dar la colpa di tutto a mamma e papà però ce ne corre. E’ vero che la trasmissione è genetica, ma la decisione di cambiare le cose e di combattere i vizi dipende sempre dal soggetto interessato che con la volontà può cambiare anche l’eredità.

admin

x

Guarda anche

Allergie alimentari, prevenirle in gravidanza e allattamento

In gravidanza e allattamento è possibile prevenire le allergie alimentari dei più piccoli. A sostenerlo ...

Condividi con un amico