Home » Benessere » Terzo americano malato di Ebola già trasferito negli USA

Terzo americano malato di Ebola già trasferito negli USA

I primi due sono guariti, il terzo è ancora in lotta per la vita. Il dottor Rick Sacra, di Boston (USA) è il terzo cittadino americano a contrarre Ebola. Lo ha contratto in modo ancora misterioso perchè, contrariamente ai colleghi, non si occupava dell’epidemia, non lavorava in zone infette ma era un ginecologo in un ospedale liberiano. Faceva nascere bambini sani, e tutt’ora non si sa come abbia subito il contagio.

Si sa soltanto che è già stato trasferito negli Stati Uniti, probabilmente in Nebraska, per essere anche lui sottoposto al trattamento col siero del tabacco che ha già guarito gli altri due operatori sanitari. E se si sta lavorando per fornire quante più dosi di siero, mentre la ricerca (inclusa quella italiana, a Pomezia) lavora per mettere a punto due nuovi vaccini, intanto i decessi continuano e la OMS fa i conti anche con il futuro. Potrebbero volerci risorse economiche per 600 milioni di dollari per fronteggiare la malattia ed evitare che diventi pandemia.

L’obiettivo è fermare il contagio nei prossimi 9 mesi, altrimenti potrebbe essere troppo tardi. Rassicurante il messaggio di Obama (“Sappiamo come fermare il virus“) e anche quello del nostro ministro della Salute, Lorenzin (“La situazione in Italia è tranquilla e controllata“) ma resta comunque alto il livello di allerta in tutta Europa. Il 22 settembre ci sarà un ulteriore summit per valutare i fatti e come stanno funzionando le direttive per proteggersi da eventuali contagi. Fino ad oggi non ci sono stati casi registrati tra le ondate di migranti e questo fa ben sperare, sebbene non si debba mai smettere di pensare che ciò possa succedere.

admin

x

Guarda anche

Enzima per caso … però “mangia” la plastica

Questi scienziati che letteralmente “giocano” con la materia, manipolandola e trasformandola a loro piacimento, diciamo ...

Condividi con un amico