Home » Benessere » Sanità: la Sicilia rientra tra le regioni "virtuose"

Sanità: la Sicilia rientra tra le regioni "virtuose"

Non sempre cattive notizie. La sanità in Sicilia, oggi, fa registrare qualche buon risultato legato principalmente alla sfida del contenimento delle spese. Si riduce della metà il disavanzo economico, lo dicono i dati del Ministero della Salute guidato da Beatrice Lorenzin, che ha seguito l’andamento del Piano di Rientro Economico per otto regioni (tra cui Piemonte, Abruzzo, Lazio e Campania). La Sicilia è riuscita a risparmiare, a salvaguardare le proprie spese e dunque a limitare ingenti danni economici che in tempo di crisi è segno di virtù non indifferente.

Le politiche sanitarie decise in questi ultimi anni dovevano assolutamente contenere le spese e, a sorpresa, molte regioni del Sud sono riuscite nell’intento. In Sicilia il disavanzo è rientrato del 50% ma rimane un punto negativo ancora pendente. Quello dell’assistenza. Alla virtuosirà del risparmio non è coinciso il miglioramento dei servizi che restano ancora troppo carenti in molti settori. Non è sola, in questo, la Sicilia e purtroppo condivide il primato anche con le altre regioni sotto osservazione.

Quello che manca sono: la riorganizzazione dei sistemi sanitari, la loro attenta riqualificazione, l’erogazione dei LEA (livelli essenziali di assistenza) che indicano l’insieme delle attività, dei servizi e delle prestazioni garantite dal Servizio Sanitario Nazionale per tutti i cittadini gratuitamente, o con il pagamento di un ticket, indipendentemente dal reddito e dal luogo di residenza. I LEA insomma sono la base della nostra sanità che garantisce cure sicure per tutti, senza distinzione tra ricchi e poveri. E dunque occorre che questa assistenza vada di pari passo con i miglioramenti economici e che cominci a dar frutto, altrimenti il risparmio ottenuto ha poco senso. Ma forse il calo dell’assistenza ha proprio a che vedere con gli sforzi per il risparmio, che a volte devono sacrificare anche delle eccellenze e dei preziosi posti di lavoro.

admin

x

Guarda anche

Enzima per caso … però “mangia” la plastica

Questi scienziati che letteralmente “giocano” con la materia, manipolandola e trasformandola a loro piacimento, diciamo ...

Condividi con un amico