Home » Benessere » Meningite a Città di Castello: nessun allarme, non è letale

Meningite a Città di Castello: nessun allarme, non è letale

Allarme meningite nella Valle del Tevere, precisamente a Città di Castello dove alcuni casi hanno richiesto il ricovero presso il Presidio Ospedaliero locale. Inizialmente si era tremato un po’, pensando alla possibilità di una epidemia di origine batterica ma la direzione dell’ospedale smentisce e rassicura tutti. Si tratta sì di meningite, ma non del ceppo più grave e sicuramente non pericolosa.

Presso il locale reparto di Neurologia sono attualmente in cura quattro persone, un quinto è in Pronto Soccorso, ma nessuno di loro ha sintomi riferibili a una meningite batterica. Si tratta di meningite virale, il che significa che la malattia si risolverà nell’organismo delle stesse persone senza necessità di fare profilassi in città, dove la popolazione può stare sicura.
La meningite di tipo batterico sarebbe stata molto più grave, con possibilità di diffusione del contagio e con decorso incerto, che a volte può sfociare anche in una meningo-encefalite od una meningo-mielite. Questa virale, invece, è gestibile e il decorso clinico non supera quasi mai i 10 giorni portando alla guarigione del soggetto. D’altra parte i pazienti non riscontrano sintomi preoccupanti, solo la fastidiosa febbre e qualche dolore al capo che tuttavia i medici stanno provvedendo a curare con le tradizionali terapie previste dai casi.

admin

x

Guarda anche

Enzima per caso … però “mangia” la plastica

Questi scienziati che letteralmente “giocano” con la materia, manipolandola e trasformandola a loro piacimento, diciamo ...

Condividi con un amico