Home » Benessere » Fibrosi polmonare: si può collegare all'amianto

Fibrosi polmonare: si può collegare all'amianto

La fibrosi polmonare idiopatica potrebbe avere un legame diretto con la prolungata esposizione a fibre e polveri di amianto. Lo rivela uno studio inglese voluto dall’Imperial College di Londra e di recente presentato a Monaco. Una scoperta importante perchè potrebbe rivoluzionare gli studi sulla malattia e i trattamenti attualmente in vigore.

I sintomi di questa malattia, tipica -ad esempio- di chi lavora nelle miniere o in certe fabbriche, sono molto simili a quelli dell’asbestosi ma sarebbe un errore considerare le due malattie uguali. Lo studio inglese, infatti, verifica che “solo una parte” della fibrosi polmonare ha un collegamento diretto con l’esposizione all’amianto, dunque non sempre le cure relative a questa nuova situazione funzionano nei malati di fibrosi. Men che meno possono funzionare sull’asbestosi, se non ha un legame diretto con l’amianto. Si tratta insomma di un prezioso punto di partenza per risolvere del tutto il male in alcune persone e per studiare come risolverlo in chi presenta altri tipi di fibrosi o di asbestosi.
Analizzando la mortalità da fibrosi polmonare idiopatica, asbestosi e mesotelioma in Inghilterra e in alcune altre regioni, si è visto che in buona parte dei malati di fibrosi (non in tutti) la causa era proprio l’esposizione all’amianto, sebbene non se ne conoscesse la causa dato che non tutti i malati facevano mestieri che li ponessero in contatto con quella sostanza. E’ dunque importante sapere anche la diffusione delle polveri di amianto, anche in zone lontane da fabbriche e miniere e quanto questo incida sulla salute della popolazione.

admin

x

Guarda anche

Un vaccino di staminali contro il cancro al seno

Niente facili speranze, si tratta solo di uno studio … il primo passo di un ...

Condividi con un amico