Home » Benessere » Ebola, ancora circoscritta. Ma aumentano i contagi

Ebola, ancora circoscritta. Ma aumentano i contagi

La cattiva notizia? I malati di Ebola aumentano, siamo arrivati a oltre 4.700 casi con 2.400 morti. La buona notizia, se mai di “buona” si può parlare, è che l’aumento dei contagi riguarda soltanto i Paesi dell’Africa Occidentale (Guinea, Sierra Leone e Liberia). Questo significa che comunque la malattia rimane circoscritta e non si sta diffondendo nel mondo. Per combatterla dunque bisogna concentrare forze e risorse economiche tutte qui, è questa la richiesta dell’OMS al resto del pianeta.

Sono già state impiegate 500 persone nei Paesi colpiti, ma c’è ancora molto da fare. Occorrono soprattutto mezzi e medicinali. E quando si parla di mezzi non si parla solo di stetoscopi, di farmaci o di personale medico ma anche di gente che aiuti a diffondere le informazioni necessarie per evitare il contagio. In alcuni Paesi (vedi foto) vengono scritte sui muri e accompagnate da disegni espliciti in modo che tutti possano capire quali sono i sintomi e come ci si difende. Ci si difende principalmente evitando zone e persone contagiate, ma anche recandosi dai medici e facendosi controllare, o mettere in isolamento.

Il problema di buona parte di queste regioni africane è che non si ha fiducia nella medicina occidentale, quindi chi si ammala si cura presso la propria tribù e il più delle volte non solo non guarisce ma contagia anche gli altri. Dunque l’aiuto viene dall’informazione ma, come detto, anche da personale specializzato. In Liberia, il primo ospedale riservato ai malati di Ebola con 30 posti disponibili si è visto riempire da 70 pazienti solo il primo giorno! Si spera, nell’attesa, anche di ricevere le dosi dei vaccini che in questi giorni si stanno sperimentando negli USA e in Italia.

admin

x

Guarda anche

Inquinamento prima causa infertilità maschile

L’inquinamento è la prima causa dell’infertilità maschile. Gli ultimi dati relativi alla fertilità degli uomini ...

Condividi con un amico