Home » Benessere » Farmaci: ora il prezzo è uguale per tutti

Farmaci: ora il prezzo è uguale per tutti

Porre uno stop alle differenze di prezzi nel campo sanitario per garantire possibilità di cura uguali per tutti. Ecco lo scopo del cambiamento in atto grazie al controllo dell’Osservatorio dei Contratti Pubblici che ha stilato una lista di prezzi che dovrebbe riequilibrare il mercato dei farmaci. Questi, infatti, avranno lo stesso costo in un’ASL piuttosto che in un’altra. Non ci saranno più le gravi differenze di spesa registrate due anni fa.

Nel 2012, dopo la emanazione dei prezzi per i farmaci e gli attrezzi medicali, si venne a sapere che alcune ASL pagavano poche centinaia di euro per le protesi laddove altre superavano i mille euro per lo stesso articolo medico. Evitare tutto questo significa controllare i prezzi (al momento circa 116), suddivisi per dosaggio e forma farmaceutica, di 69 principi attivi di uso ospedaliero, e dei dispositivi da usare non solo in sala operatoria ma anche per l’igiene e la lavanderia dell’ospedale.

Per fare un esempio, da ora in poi il prezzo dell’anticoagulante Eparina Sodica in fiale (25000 UI 5 ML) è di 2,05 euro, quello dei farmaci anti trombosi (dosaggio 1000 UI in flacone) è di 145 euro, e sono prezzi che valgono ovunque. Impossibile, dunque, che una ASL di Milano le faccia pagare il doppio che a Roma, o che una di Napoli le venda al doppio di Venezia e così via. Una condizione di eguaglianza che serve non solo ai pazienti per accedere alle cure ma anche alle farmacie e ai professionisti per regolarsi di conseguenza.

admin

x

Guarda anche

Un “codice” sulle pillole per gestire il farmaco

Sapete che cos’è un QR CODE… o “codice QR”? E’ quel qudratino che trovate ormai ...

Condividi con un amico