Home » Benessere » Domenica 21, la giornata mondiale contro l'Alzheimer

Domenica 21, la giornata mondiale contro l'Alzheimer

Alzheimer, una parola che fa paura perchè indica una malattia che distrugge la persona, fisicamente ed emotivamente. Una malattia che nel mondo conta 25 milioni di malati e in Italia circa 600.000. Una malattia di cui non si conosce ancora la causa scatenante, sebbene la ricerca stia scoprendo ogni giorno cose sempre più illuminanti. Al momento si sa solo che colpisce in larga parte soggetti anziani (over 60) ma che spesso si manifesta anche prima dei 50 anni.

Ecco perchè è importante la giornata mondiale che si celebra domenica, 21 settembre, organizzata dalla Società Italiana di Neurologia (SIN) contro l’Alzheimer. Fare prevenzione è importante perchè prima si capisce come e quando si genera la malattia prima la ricerca giungerà a una soluzione. Oggi si usano tante tecniche, come la risonanza magnetica, la PET, in grado di capire con largo anticipo -anche in persone apparentemente sane- se il rischio di Alzheimer è fondato o se la malattia è già in atto. Saperlo per tempo non solo fa in modo che la patologia si possa trattare, diminuendone i sintomi e la progressione, ma aiuta la ricerca a capirla sempre più.

La Società Italiana di Neurologia si sta impegnando a fondo, promuovendo in tutto il Paese centri e personale specializzato, aggiornamenti e assistenza sempre migliore verso le persone che soffrono di disturbi neurodegenerativi come l’Alzheimer. Sul loro sito (www.neuro.it ) si trovano anche tutte le informazioni utili sulla Giornata Mondiale di giorno 21 e le spiegazioni più interessanti sulle malattie attualmente al centro della ricerca. L’Alzheimer è una patologia che coinvolge troppo famiglie e amici del malato, che ha bisogno di aiuto dall’esterno e che non va mai sottovalutata o gestita in modo indipendente.

admin

x

Guarda anche

Enzima per caso … però “mangia” la plastica

Questi scienziati che letteralmente “giocano” con la materia, manipolandola e trasformandola a loro piacimento, diciamo ...

Condividi con un amico