Home » Benessere » Arriva l'influenza … e non sarà una passeggiata

Arriva l'influenza … e non sarà una passeggiata

Ci siamo, sta per arrivare la stagione della febbre. L’influenza stagionale è già in agguato e, avvertono i medici, non sarà una passeggiata. Dunque, se è vero che solo il 12% degli italiani ricorrerà ai vaccini, bisogna convincere il restante 88% a correre ai ripari. Il virus in arrivo quest’anno nelle nostre case, e che come sempre verrà diffuso a macchia d’olio dai nostri bambini a scuola, sarà totalmente americano e sarà aggressivo come l’esercito di Obama!

I ceppi influenzali saranno tre, come spesso accade: virus B Massachussets, il virus H3N2 e l’influenza californiana. Il picco massimo è previsto per Natale o per gli inizi di gennaio, ma come al solito le avvisaglie saranno già in ottobre e novembre. Come detto, anche quest’anno ci si aspetta che “gli untori” saranno principalmente i bambini che se lo passano tra loro a scuola e poi lo trasmettono agli adulti. Le cifre previste sono di 10 milioni di persone KO, a letto, e sotto terapia medica per almeno una settimana.

I tre virus sono molto contagiosi e molto aggressivi. Potrebbero esserci picchi di febbre molto alta e come al solito colpirà o la gola o l’intestino. Le soluzioni per proteggersi ci sono, inutile ripeterlo: il vaccino è la prima e unica arma per mettersi davvero al sicuro. In mancanza di questo, si può tentare come sempre di tenersi al riparo evitando di frequentare gente malata, lavandosi spesso le mani per evitare di portarsi appresso il contagio, tenersi cautelati alle prime linee di febbre. Non dovrebbero mai sottrarsi al vaccino le persone che, per qualsiasi motivo, sono più deboli fisicamente come gli anziani, i soggetti che soffrono di malattie croniche, i bambini, i cardiopatici.

admin

x

Guarda anche

Vino, a rischio la vita con 5-6 bicchieri a settimana

Bere più di 5-6 bicchieri di vino a settimana mette a rischio la salute.  L’allarme ...

Condividi con un amico