Home » Benessere » Hanno vinto il cancro e andranno (gratis!) alla maratona di New York

Hanno vinto il cancro e andranno (gratis!) alla maratona di New York

Portare un messaggio di speranza a New York, far vedere al mondo intero che di cancro non si muore più. E’ questa l’idea che aleggia sulla prossima maratona di New York ed è quello che un gruppo di persone, in maggioranza donne, farà. Quale miglior palcoscenico per invitare tutti alla vita sana di una maratona? Correre per 42 chilometri non è da tutti e se ce la fanno delle ex malate oncologiche potrà farcela chiunque.

Per prevenire il cancro, ma anche per vincerlo quando lo abbiamo in corpo, il mezzo migliore è condurre una vita equilibrata e sana: significa cibo genuino, privo di elementi chimici e di grassi, ma anche e soprattutto molto movimento. Per molti ex malati oncologici, la ripresa dopo lo stress della chemio e dell’ospedale è una passeggiata nel parco, un giro in bici, anche una corsa. E ci sono già stati ex pazienti che hanno corso a Boston e New York. La maratona della città delle Torri Gemelle è molto prestigiosa e ambita, le richieste di iscrizione ogni anno sono migliaia da parte di professionisti e di dilettanti.

Ma l’invito rivolto dalla Fondazione Veronesi alle donne che hanno sconfitto il cancro apre delle strade particolari, per partecipare. Tanto per cominciare è quasi tutto gratuito (le spese di iscrizione, viaggio e alloggio saranno coperte dagli organizzatori) e dunque restano da pagare solo poche spese giornaliere e magari qualche regalo per i parenti! Chi fosse interessata può scrivere una mail all’indirizzo corriperlaricerca@fondazioneveronesi.it, specificando l’età, il tipo di malattia e quando è stata diagnosticata, lo stato di forma fisica attuale e l’attività sportiva che svolge solitamente oltre a un recapito valido. Gli allenamenti avverranno quasi sempre in Lombardia, tra Milano e Brescia.

admin

x

Guarda anche

Enzima per caso … però “mangia” la plastica

Questi scienziati che letteralmente “giocano” con la materia, manipolandola e trasformandola a loro piacimento, diciamo ...

Condividi con un amico